Crema di ceci e cannellini con piselli

Vista la stagione qui si continuano a “sfornare” minestre e vellutate, così, questa volta ho deciso di dedicarmi ai legumi e alla loro particolarissima cremosità…una vera leccornia.

La ricetta non è particolarmente difficile ma abbastanza lunga e laboriosa, quindi dovete organizzarvi per tempo se decidete di provarla.

Vediamo come fare e quali sono le tempistiche.

Tempo di preparazione: 20 minuti + 2 ore di cottura + 12 ore di ammollo

Difficoltà: facile

Ingredienti (x 4 persone):

300 gr di ceci secchi

300 gr di fagioli cannellini secchi

200 gr di piselli fini surgelati

sale q.b.

pepe nero q.b.

olio extravergine d’oliva q.b.

 

Procedimento:

La sera precedenta la preparazione mettete in ammollo i ceci e i cannellini, in due ciotole separate, con abbondante acqua tiepida.

Al mattino, scolate i ceci e risciaquateli sotto abbondante acqua fredda, quindi fate lo stesso con i fagioli. Per la cottura, teoricamente bisognerebbe procedere in pentole separate ma possiamo anche far cuocere tutto insieme, visto che i due legumi andranno poi frullati insieme. Ponete quindi i ceci e i fagioli in una pentola molto capiente e aggiungete acqua fredda fino a superare il livello dei legumi di due dita. Ponete sul fuoco e, dal momento del bollore, fate cuocere a fiamma moderata per 2 ore circa.

Terminata la cottura, con l’aiuto di un frullatore ad immersione, frullate il tutto fino ad ottenere una crema, che, mediante l’utilizzo di un colino, filtrerete per renderla liscia e omogenea.

In una padella scaldate un cucchiaio di olio e fatevi saltare i piselli per qualche minuto, quindi uniteli alla crema di legumi.

Servite in fondine ben calde avendo cura di condire all’ultimo con del pepe grattugiato fresco e con un filo di olio a crudo. Buon appetito!

 

Continue Reading

Vellutata di zucca e carote con punte di asparago

Autunno, sono arrivati i primi freddi e a me viene voglia di caldi maglioni di morbida lana e di altrettanto calde zuppe; ma l’autunno è anche e  soprattutto stagione di zucca. Dopo averne trovata di meravigliosa ho deciso di realizzare una vellutata, accostando al sapore dolce e rotondo della zucca quello un po’ più fresco ma sempre dolce delle carote e personalizzando il tutto con punte di asparago.

E’ un piatto veloce e semplice che, nelle serate in cui i primi freddi si fanno sentire, scalda il corpo e l’animo, riportandoci un po’ tutti a quando eravamo bambini e, nelle cucine piene di vapore, sobbollivano pentole di fumanti zuppe e vellutate. Che meraviglia…quindi vediamo di riportare un po’ di quella magia ad oggi, nelle nostre super attrezzate cucine…

Tempo di preparazione: 10 minuti + 2 ore circa di cottura

Difficoltà: semplice

Ingredienti (x 4 persone):

600 gr di zucca gialla

100 gr di patate

2 carote

1 cipolla

10 asparagi (vanno bene anche quelli surgelati)

1 bicchiere da liquore di vino bianco

Olio di oliva q.b.

Sale q.b.

brodo vegetale q.b.

 

Procedimento:

 

 

Pulite la zucca e tagliatela a pezzi, pelate le carote e le patate e tagliatele a pezzetti, sbucciate e riducete la cipolla a pezzetti; fate soffriggere mezza cipolla in una pentola capiente e, quando si sarà imbiondita, aggiungete la carota e la patata. Successivamente aggiungete la zucca tagliata grossolanamente e fate rosolare il tutto per qualche minuto. Aggiungete a questo punto il brodo vegetale fino a coprire le verdure, tirando la cottura a fuoco basso per circa 2 ore, aggiungendo brodo a mano a mano che si consuma.

Nel frattempo preparate gli asparagi, tagliandoli a pezzetti di circa 2 cm di lunghezza e rosolandoli velocemente in una padella con poco olio; una volta rosolati, sfumateli con il vino bianco e lasciate evaporare il liquido formatosi.

Quando le verdure saranno cotte, passatele al mixer per formare una crema, versandovi a filo un pochino d’olio per renderla lucida, quindi passatela al setaccio per eliminare eventuali pazzetti e renderla perfettamente liscia e omogenea. Versatela nei piatti fondi o nelle ciotole, aggiungetevi gli asparagi, salate e pepate leggermente e conditela con un filo d’olio a crudo. Buon appetito!

Continue Reading