Linguine con briciole croccanti, pinoli e ciliegini secchi

La pasta, un piacere tutto italiano, una tradizione centenaria che ha reso famoso il nostro magnifico Paese. Tutti la consciamo e tutti la mangiamo più o meno regolarmente quindi non c’è molto da dire.

L’unica cosa che mi sento di raccomandare è di usare materie prime di primissima qualità quando decidiamo di assaporare un buon primo piatto. Personalmente ho trovato un pastificio artigianale, Le Gemme del Vesuvio, che, attraverso l’applicazione di un ferreo disciplinare, produce piccole quantità di pasta di grano duro con un gusto tale da restare impressa nella memoria di chi ha modo di assaporarla. La Sapida Scientia è infatti contraddistinta dall’uso di semola di grano duro della migliore qualità, impastata con acqua purissima per far sì che l’amido e le proteine si leghino all’acqua per il formarsi del glutine, rete proteica che lega i granuli d’amido idratati. L’impasto poi, tramite gramolatura, viene reso elastico ed omogeneo ed è pronto per essere trafilato al bronzo. La lenta essicazione termina il processo e rende unica questa pasta, disponibile in tantissimi formati.

Con una materia prima di qualità così alta basta un condimento semplice, con cui esaltare ogni sapore, nella migliore tradizione italiana. Ecco quindi nascere la mia ricetta per le linguine.

Tempo di preparazione: 5 minuti + 10 minuti di cottura

Difficoltà: facile

Ingredienti (x 4 persone):

320 gr di linguine Le Gemme del Vesuvio

4 filetti di acciuga

3 fette di pan carrè

50 gr di ciliegini secchi

50 gr di pinoli

olio extravergine d’oliva q.b.

sale q.b.

 

Procedimento:

 

Fate cuocere in abbondante acqua salata le linguine per circa 8 minuti. Contemporaneamente tagliate i filetti di acciuga a pezzetti, quindi poneteli in una padella abbastanza capiente da contenere la pasta, con un filo d’olio. Fate sciogliere i filetti d’acciuga a fuoco molto basso. Contemporaneamente triturate in maniera omogenea, con l’aiuto di un coltello, le fette di pane per creare le briciole, quindi unitele alle acciughe nella padella e fate saltare per un paio di minuti il tutto, avendo cura di rigirare in continuazione il composto che verrà a formarsi. Aggiungete i pinoli e i ciliegini tagliati a striscioline e  fate insaporire.

Scolate la pasta e unitela al condimento insieme a un mestolino dell’acqua di cottura, quindi fatela saltare per un paio di minuti, facendo amalgamare bene tutti gli ingredienti. Impiattate e servite ben caldo.

 

 

Continue Reading

Kol wa shkor

..ovvero “mangia e ringrazia”!

Si tratta di uno dei tanti dolciumi tipici della città di Damasco. Hanno un sapore così favoloso anche e soprattutto perchè i damasceni, diversamente dagli altri arabi o dai turchi, addolciscono questi prodotti solo leggermente, senza stroncarli con lo sciroppo di zucchero; rasenta la magia il modo in cui i pinoli restano attaccati, tanto che si possono servire le fette senza che ne cada nemmeno uno, eppure quando si mette in bocca tutto si scioglie ed esplodono favolosi sapori.

In questa ricetta tipica il nome è tutto un programma e quando la farete ne capirete il motivo.

Tempo di preparazione: 15 minuti + 30 minuti di cottura

Difficoltà: facile

Ingredienti (x 8-10 porzioni):

3 confezioni di pasta sfoglia in fogli rettangolari

200 gr di pinoli

200 gr di burro chiarificato

50 gr di zucchero a grana grossa

1 cucchiaio di cannella appena macinata (io non l’ho utilizzata)

1 cucchiaio di acqua di fiori d’arancio

sciroppo di zucchero q.b.

 

Procedimento:


Stendete i fogli di pasta sfoglia e lasciateli riposare a temperatura ambiente per qualche minuto.

Dorate i pinoli nel burro chiarificato, facendo attenzione che non anneriscano (altrimenti diventeranno amari), quindi tritateli finemente, mescolateli con lo zucchero, la cannella e l’acqua di fiori d’arancio.

Ungete uno stampo da forno e stendetevi al suo interno uno strato di pasta sfoglia, con un leggero eccesso ai bordi, quindi distribuitevi con cura metà della massa di pinoli e zucchero  e spalmetela in modo uniforme; stendetevi sopra il secondo foglio di pasta sfoglia, poi fate un altro strato con la massa di pinoli e zucchero e coprite con un ultimo strato di pasta sfoglia. Premete leggermente con le mani.

Con un coltello affilato incidete rombi o rettangoli sulla superficie, in modo che il burro e lo sciroppo possano penetrare negli strati inferiori e che sia più facile tagliare la torta.

Ungete la superficie in modo uniforma con un po’ di burro e fate cuocere la torta in forno preriscaldato a 180°C per 30 minuti. Una volta terminata la cottura, toglietela dal forno e lasciatela raffreddare un po’, quindi versateci sopra lo sciroppo di zucchero, fino a che la pasta non lo assorbe più. Decorate la superficie con i pinoli tritati e lasciatela raffreddare a temperatura ambiente.

Questa torta è più buona se mangiata tiepida. Dato il suo elevato contenuto di zucchero si può conservare per alcuni giorni a temperatura ambiente, avendo la cura di tenerla coperta. Buon appetito!

 

Qui di seguito la ricetta per preparare lo sciroppo di zucchero necessario per la torta:

Tempo di preparazione: 20 minuti

Difficoltà: facile

Ingredienti:

500 gr di zucchero

300 ml di acqua

1 limone

2 cucchiaini di acqua di fiori d’arancio

 

Procedimento:

 

Fate sciogliere lo zucchero nell’acqua a fuoco lento, mescolando di continuo e schiumando se necessario. Aggiungete il succo di limone usando un colino e lasciate cuocere per altri 10 minuti, fino ad ottenere una consistenza simile a quella del miele liquido. Fate raffreddare lo sciroppo, quindi aggiungete l’acqua di fiori d’arancio, mescolate bene e lasciate raffreddare completamente.

Continue Reading

Fusilli salmone, pinoli e profumo di limone

Oggi voglio proporre un primo piatto veloce, gustoso e leggero. Chi di noi non ha mai cucinato la pasta con il salmone? Ce ne sono decine di varianti, con la panna, senza la panna, salmone fresco o affumicato, etc etc. Oggi vi propongo la mia versione che, senza troppo condimento, esalta al massimo il profumo e il sapore degli ingredienti.

Difficoltà: facile

Tempo di preparazione: 15 minuti

Ingredienti (x 4 persone):

320 gr di fusilli

300 gr di salmone affumicato

1/2 cipolla

50 gr di pinoli

1 limone non trattato

1 bicchiere di vino bianco secco

qualche foglia di prezzemolo

sale q.b.

pepe q.b.

olio d’oliva q.b.

 

Procedimento:

Tritate finemente la cipolla e sminuzzate il salmone. In un tegame abbastanza ampio da consentirvi di saltare la pasta, scaldate 4 cucchiai di olio, quindi fate imbiondire la cipolla, facendo attenzione che non si colorisca troppo. Quando la cipolla è trasparente, aggiungete i pinoli, fate saltare per 1 minuto e aggiungete il salmone, fate rosolare e infine sfumate con il vino bianco. Aggiustate di sale e pepe e tenete da parte.

Nel frattempo lessate in abbondante acqua salata i fusilli, scolateli al dente e saltateli velocemente nel sugo di salmone. Impiattate e guarnite con una grattugiata di scorza di limone e con un pizzico di prezzemolo tritato. Buon appetito!

Continue Reading

Penne alle 3P, ma mica quelle che tutti conoscete!

Nei miei pellegrinaggi in internet spesso mi capita di vedere ricette interessanti ma, passato un po’ di tempo non ricordo più come erano realizzate e ovviamente, non avendole scritte, non ho modo di recuperarle, così provo e testo, mescolando sapori e profumi, qualche volta con esiti disastrosi e qualche volta con risultati discreti o addirittura buoni. In questo caso oltre a non ricordare il procedimento della ricetta, non avevo nemmeno gli ingredienti nella loro totalità in frigo e allora, che fare? Abbandonare? Nemmeno per sogno! E così invenzione sia! Ne è nata un’ottima pulisci-frigo che, pur non essendo raffinata o specialissima, è assai utile quando la sera arriviamo a casa e dobbiamo mettere insieme la cena.

Penne integrali panna, prosciutto e pinoli

Difficoltà: Facile

Tempo di preparazione: 10 minuti

Ingredienti (x 4 persone):

320 gr di penne integrali (io uso Alce Nero che ha prodotti meravigliosi)

150 gr di prosciutto crudo tagliato in una sola fetta

150 gr di panna fresca o crema di latte

50 gr di pinoli

50 gr di Formaggio Grattugiato In.Al.Pi.

20 gr di burro

sale q.b.

pepe q.b.

 

Procedimento:

Mettete a bollire la pasta. Nel frattempo riducete il prosciutto a listarelle. In un tegame abbastanza ampio da consentirvi di saltare la pasta, ponete il burro e fatelo sciogliere a fuoco vivo, quindi aggiungete il prosciutto e fatelo rosolare lentamente, quindi aggiungetevi la panna e dopo un minuto il Formaggio Grattugiato, quindi abbassate il fuoco al minimo. Scaldate un padellino più piccolo, possibilmente antiaderente, e fatevi saltare i pinoli fino a tostarli.

Scolate la pasta, mettetela nel tegame con panna e prosciutto, saltatela velocemente e aggiungete i pinoli. Impiattate e servite. Riuscita garantita! E…buon appetito!

 

Continue Reading