Filetto di orata alle erbe aromatiche

Eccomi di nuovo qui..perdonate l’assenza ma un piccolo infortunio mi sta creando qualche problemino e non ho ne tempo, ne l’umore adatto per scrivere ogni giorno…so che capirete e mi scuserete…

Parliamo di nuovo di pesce, per l’esattezza di orate; spesso sui banchi del pesce troviamo quelle di allevamento ma questa volta ho avuto la fortuna di trovare quelle selvagge, pescate nel nostro Mediterraneo, purtroppo sempre più povero di quei pesci che tanto amiamo.

La ricetta che vi propongo è semplicissima, piace praticamente a tutti (anche a chi non ama il pesce) ed è adattabile a qualsiasi pesce tondo (quelli con due filetti per capirci!), in più è anche dietetica, quindi vediamo come realizzarla.

Tempo di preparazione: 10 minuti + 30 minuti di cottura

Difficoltà: facile

Ingredienti (x 4 persone):

4 orate

1 rametto di timo

1 rametto di rosmarino

qualche filo di erba cipollina

1/2 bicchiere di vino bianco secco

sale q.b.

pepe q.b.

olio di oliva q.b.

 

Procedimento:

 

Eliminate viscere e squame alle orate, quindi eliminate la lisca, aprendoli a libro. Per farlo dovrete procedere alla sfilettatura dalla parte ventrale invece che da quella dorsale, quindi talgiate via la lisca con un paio di robuste forbici, lasciando i due filetti attaccati sul lato del dorso. Eliminate con un paio di pinzette tutti le spine residue, quindi lavate velocemente sotto acqua corrente e asciugate bene ogni pesce con carta da cucina.

Lavate le erbe aromatiche e preparate un trito piuttosto fine delle stesse. Ungete una teglia da forno con un filo di olio d’oliva, quindi adagiatevi le orate con la polpa rivolta verso l’alto; cospargetele con le erbe aromatiche, un pizzico di sale, un po’ di pepe e un filo di olio d’oliva. Rovesciate nella teglia il vino, quindi infornate, in forno preriscaldato a 180°C, e fate cuocere per circa 30 minuti.

Al termine della cottura, lasciate riposare le orate nel forno spento per un paio di minuti, quindi servite. Buon appetito!

 

Continue Reading

Orata al cartoccio con pomodorini, olive e capperi

E’ vero, comincio ad essere monotona…solo pesce e pasta, pasta e pesce…ok, in questi giorni mi impegno e vedo di realizzare una bella ricetta dolce, così, tanto per cambiare…però, nel frattempo, dovete beccarvi questa ricettina, che in realtà tutto è tranne che una penitenza perchè il gusto del pesce si esalta al massimo con questo tipo di cottura. Oltretutto è davvero di semplice realizzazione e ve lo assicuro, visto che è stato il mio primissimo esperimento con il pesce, ormai diversi anni fa…è una ricetta che mi riporta la mare, quando andavo in ferie (adesso chi le vede più…) e, al ristorante, la sera, ti portavano questi cartocci magnifici e profumatissimi…che meraviglia! Ma bando alle ciance…questa è la ricetta!

Tempo di preparazione: 10 minuti + 45 minuti di cottura

Difficoltà: facile

Ingredienti (x 4 persone):

4 orate di circa 250 gr di peso

12 pomodori ciliegino

2 cucchiai di capperi sott’aceto

20 olive taggiasche denocciolate

4 rametti di rosmarino

1 bicchiere di vino bianco secco

sale q.b.

pepe q.b.

olio di oliva q.b.

 

Procedimento:

Squamate, eviscerate e lavate accuratamente le orate, quindi tamponatele con della carta assorbente da cucina per asciugarle sia esternamente, che internamente. Tagliate i pomodorini a metà e risciacquate i capperi dall’aceto in eccesso.

Preparate dei cartocci con un foglio di alluminio abbastanza grande da contenere il pesce e foderatelo con un foglio di carta da forno, quindi ponete le orate al loro interno. Sistemate nel ventre di ogni orata un rametto di rosmarino, quindi salate e pepate, sia esternamente che internamente e condite con un filo d’olio. Sistemate intorno al pesce i pomodorini, le olive e i capperi, bagnate con un po’ di vino bianco e chiudete bene i cartocci.

Ponete in forno preriscaldato a 200°C per circa 45 minuti. Una volta terminata la cottura, aprite i cartocci e servitevi le orate, oppure sfilettatele e conditele con il sughetto che si sarà formato. Buon appetito!

Continue Reading