>Il galletto, dove lo metto…

>

Ho avuto modo, tempo fa, di assaggiare un piatto veramente gustoso, fatto con una carne che conoscevo poco e che non è così utilizzata: il galletto. E’ più piccolo del pollo, e le sue carni sono decisamente più saporite di quelle di quesr’ultimo. L’ho mangiato e successivamente ripreparato, in due varianti, fatte utilizzando due parti diverse dell’animale: la suprema e i giambonetti.
La suprema non è nient’altro che il mezzo petto con la prima parte dell’ala attaccata, mentre il giambonetto è una rolatina fatta con la coscia dell’animale.
Non sono preparazioni complicate e possono essere realizzate con relativa facilità; vediamo come:
Difficoltà: media
Tempo di preparazione: 60 minuti + la preparazione del jus

Per la suprema arrosto:
Ingredienti (x 4 persone):
4 suprema di galletto (potete farvele preparare dal vostro macellaio di fiducia)
1 cucchiaio di jus chiaro di pollo
burro q.b.
sale q.b.
pepe q.b.
Procedimento:
Salate e pepate la carne. Rosolate in padella dalla parte della pelle la suprema di pollo fino a che risulta dorata e leggermente caramellata. Spennellate la suprema con dello jus di pollo, quindi infornate, in forno preriscaldato a 180°C, con termometro a sonda fino a 62°C al cuore.
Per i giambonetti:
Ingredienti (x 4 persone):
4 cosce di galletto
30 gr di carote (la parte rosso-aranciata)
20 gr di cipolle
10 gr di sedano
40 gr di salsiccia fresca
1 tuorlo d’uovo
20 gr di parmigiano grattugiato
3 gr di prezzemolo tritato
30 gr di burro
2 dl di vino bianco
4 cucchiai di jus di pollo
salvia q.b.
pepe q.b.
sale q.b.
Procedimento:
Disossate le cosce (o fatelo fare al vostro macellaio), battetele leggermente con un batticarne o con il mattarello ed eliminate i nervetti. Aggiustate di sapidità. Spellate e sbriciolate la salsiccia, tagliate le carote, il sedano e la cipolla molto finemente.
Appassite le verdure con qualche foglia di salvia in 10 gr di burro, quindi eliminate la salvia. Versate il burro aromatizzato e le verdure in una ciotola, unite la salsiccia, l’uovo, il parmigiano e il prezzemolo. Aggiustate di sapidità e mescolate bene il composto.
Farcite le cosce con il composto, arrotolatele e legatele. Rosolatele in una padella con il burro rimanente e qualche foglia di salvia. Bagnate con il vino e lasciate evaporare. Unite il jus di pollo e fate cuocere in forno caldo a 200°C per circa 20 minuti. Sgocciolate e servite.

Ma cos’è il jus? Vi spiego brevemente come realizzarlo, visto che congelato in monoporzione sarà utilissimo per i fondi di cottura!

Fate scaldare in una casseruola  capiente 3 cucchiai di olio di oliva. Quando inizia a fumare, unite il pollo e fatelo rosolare a calore elevato fino a quando sarà uniformemente dorato.
Unite 100 gr di champignon tagliati a pezzi, 3 pomodori divisi in quarti, 2 scalogni tritati, 1 spicchio d’aglio, il timo e l’alloro e 1 cucchiaino di concentrato di pomodoro e proseguite la cottura fino che saranno ben caramellati (circa 6-8 minuti).
Versate 300 ml di vino bianco secco e 600 ml di acqua e portate ad ebollizione per 30 minuti fino a che il liquido si sarà ridotto di 2/3. Versate quindi brodo di pollo fino a coprire le carcasse e riportate ad ebollizione, proseguendo la cottura per circa 20 minuti, così da ridurre di nuovo il liquido della metà, sempre schiumando le impurità.
Incorporate 1 cucchiaio raso di maizena sciolta in acqua fredda, così da addensare il liquido; fate cuocere altri 2 minuti, poi filtrate il tutto a setaccio.

You may also like

2 Commenti

  1. >se vuoi lo metto nel mio forno cosi ho la cena pronta!! ahahah.. favoloso!! e brava lei!! 🙂

    buon week end

  2. >Se ti va di metterlo in forno gli fai un piacere!! E' la morte sua!!! ahahah

    Buon we anche a te!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *