>Vacanze romane!!!

>

Eccomi di ritorno, finalmente….Roma è sempre meravigliosa anche se devo ammettere che, in questa occasione, è stata un po’ troppo piena di gente…e ci credo…con la beatificazione di Giovanni Paolo II la popolazione era aumentata a dismisura!!
Comunque sempre ottima l’accoglienza, a parte quella di qualche vigile un po’ troppo nervosetto….che dire…arrivo in capitale venerdì sera e, dopo aver sistemato tutti i bagagli a casa dei “cuginetti” che ci hanno gentilmente ospitati, si parte alla ricerca di una pizzeria/ristorante in zona (alloggio in zona Monteverde nuovo), dove poter mangiare qualcosa velocemente, visto che non si sapeva bene se era di più la fame o la stanchezza per le lunghe ore passate in auto…troviamo la pizzeria ristorante Il Caminetto, in viale Colli Portuensi, e scopriamo con grande soddisfazione una pizza meravigliosa…sottilissima e altrettanto croccante, oltretutto a un prezzo che a Torino ci sogniamo (22€ per pizza, dolce, bevanda e caffè). Subito dopo, di filata tutti a nanna!!
 Nei giorni successivi ci si divide tra le celebrazioni per la beatificazione e i giri turistici per la città, munita di ben 2 macchine fotografiche che non si sa mai! Alla fine del terzo giorno, quindi a metà della settimana di vacanza, la mia spalla gridava vendetta…eheheh!
Ovviamente non potevano mancare i giri per i mercati…che meraviglia! Delle bancarelle che sono una più bella dell’altra, con colori e profumi che noi qui ci sogniamo…insalate miste pulite e lavate, preparate sul momento, agretti puliti (e chi li ha mai puliti sa bene cosa voglia dire), puntarelle già pronte e arricciate, fave e piselli sgranati…insomma una visione idilliaca per chi, come me, compra, pulisce e consuma tonnellate di verdura!
Altra nota importante va ad un ristorante…la classica trattoria di Trastevere…dove ho mangiato il cacio e pepe, la carbonara e l’abbacchio più buoni del mondo…conduzione famigliare, mamma in cucina, papà e figlio in cucina più qualche amico che ogni tanto aiuta nel servizio, una cordialità e una ospitalità davvero uniche; ovviamente non posso dimenticarmi il nome di questo posticino stupendo: Trattoria da Carlone. Se vi capita di passare a Roma non perdetelo, ne vale la pena!
Ovviamente sono ripartita con qualche “ricordo”…i carciofi romaneschi, quelli che tutti noi chiamiamo mammole, le coppiette ciociare (straccetti di carne di maiale fatti essiccare con finocchietto e peperoncino), pane cotto in forno a legna e un po’ di piantine di aromi. Nei prossimi giorni avrò modo di studiare il da farsi con tutte queste prelibatezze!

You may also like

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *