Confettura di pesche e amaretti

Che fare quando apri il cassetto del frigo e ti accorgi di avere una montagna di pesche a maturazione avanzata che non riuscirai mai a finire a meno di inventarti la dieta della pesca? Ovviamente si fa una bella conserva, magari con una piccola aggiunta per renderla un po’ più sfiziosa. In questo caso l’aggiunta degli amaretti mi ha permesso di rendere più particolare il gusto di questa confettura altrimenti molto classica.

Tempo di preparazione: 10 minuti + 45 minuti di cottura

Difficoltà: facile

Ingredienti (x 4 vasetti da 250 gr.):

1.2 kg di pesche

500 gr di zucchero

1 limone (il succo)

100 gr di amaretti

 

Procedimento:

 

Lavate le pesche, eliminate i noccioli, fatele a pezzi e, con l’aiuto di un mixer, create una purea. Schiacciate gli amaretti con l’aiuto di un batticarne e aggiungeteli alla purea, che nel frattempo avrete spostato in una pentola capiente. Aggiungete il succo di limone, lo zucchero, mescolate bene e mettete in cottura, a fiamma moderata, mescolando continuamente per circa 45 minuti. Lasciate riposare per 5 minuti, quindi invasate, chiudete i barattoli e lasciate raffreddare, capovolti, sotto una coperta di lana.

Conservate al buio,  in luogo fresco e asciutto e consumate non prima di un mese dalla preparazione.

You may also like

9 Commenti

  1. Ciao Laura! E pensa che non ho mica finito..ne ho ancora una che è stupenda!! Queste etichette…prese in giro…ora cerco di capire dove e poi ti passo il link!!

  2. Le confetture fatte in casa sono sempre le mie preferite anche se in mancanza d’altro mi accontento anche di quelle comprate…Mi sembra che questa sia veramente deliziosa, con l’aggiunta degli amaretti che mai avrei pensato di aggiungere! Un bacio e buona settimana…

  3. @Ximi: Ciao! Anche a me ricordano tanto l’infanzia…personalmente non le uso molto a colazione (spesso non ho tempo per stare molto al tavolo) ma vengono delle crostate strepitose con le marmellate casalinghe! Io le adoro!!
    A presto!!

  4. Sai cosa… Ho sempre il dubbio di non fare bene l’invasamento. E’ meglio prendere quei barattoli con la guarnizione in gomma, saranno più sicuri!?!

  5. Personalmente uso quelli con i tappi a vite e mi trovo molto bene. Usa due accorgimenti però:
    1. Usa sempre capsule nuove perchè i tappi vecchi non hanno più l’aderenza necessaria
    2. Pulisci bene il bordo del barattolo con un panno umido e chiudi al massimo i tappi. Se vuoi, per sicurezza prima di chiudere puoi mettere un cucchiaino di liquore sulla superficie della marmellata, dar fuoco e chiudere mentre brucia. Così sei assolutamente certa del sottovuoto perchè si elimina l’ossigeno con la fiamma.

    @Patrizia: è davvero partcolare così..poi volendo puoi aggiungere anche 1 cucchiaio di cacao amaro e diventa golosissima! A presto!

  6. Ehi, che velocità!
    Ok, mi sono presa nota dei tuoi consigli… Non so quando ci proverò…! Ma intanto ho messo da parte ricetta e accorgimenti!
    Grazie!
    🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *