>Corso di cucina: "Il Piemonte in cucina"

>

Finalmente riesco a postare qualcosa riguardo il fantastico corso di cucina fatto presso FoodLab venerdì scorso con un argomento interessantissimo…la cucina del mio amatissimo Piemonte…si, lo so, sono un po’ campanilista ma in questo caso c’è un motivo assolutamente valido!
Ma partiamo dal principio…arrivata alla scuola di cucina ed espletate le formalità, conosco finalmente
Giovanni, lo chef che condurrà me e altre 8 persone attraverso una girandola di profumi, colori e tradizioni, scritte e non…
Il menù della serata è veramente interessante e ci permetterà di “scoprire” piccole malizie proprie di chi con le cucine lavora da molti anni; nel dettaglio il menù prevede:
– Filetti di trota in agrodolce

– Risotto al barbera

– Coniglio all’astigiana con polentina morbida

– Zabaione al marsala con il crumble

Ovviamente abbiamo assaggiato tutto e devo dire che, nonostante le portate fossero veramente molte, i piatti si sono rivelati “leggeri” e ci hanno consentito di assaporare tutto senza sentirci appesantiti.
Adesso direi che è il momento di piazzare una ricettina di queste…facile facile e piuttosto veloce ma decisamente gustosa…
FILETTI DI TROTA IN AGRODOLCE
Ingredienti (per 4 persone):
2 trote da 3-4 etti l’una
1 carota
1 gambo di sedano
1 piccolo porro
il verde di una zucchina
1 cucchiaio di salvia e rosmarino tritati
qualche ciuffetto di prezzemolo
2 cucchiai di uva sultanina ammollata in acqua calda
1 cucchiaio di miele d’acacia
1 mestolo di brodo vegetale
1 bicchiere di vino bianco secco
1/2 dl di aceto di vino rosso
una manciata di farina
oli d’oliva q.b.
sale q.b.
pepe q.b.
Preparazione:
Pulite le trote e ricavate da ciascuna 2 filetti. infarinateli e friggeteli in olio caldo. Salate appena.

Con carota, sedano, porro e zucchina preparate una dadolata minuta che rosolerete adagio in poco olio, insieme al trito aromatico. Quando le verdure sono cotte bagnate con l’aceto e il vino bianco e fate ridurre della metà. Unite il brodo, il miele e l’uvetta sultanina scolata. Sobbollite il tutto per qualche minuto, regolate di sale e pepe e versate caldo sulle trote o al loro fianco. Lasciate intiepidire e servite guarnendo con ciuffetti di prezzemolo.

You may also like

4 Commenti

  1. >buongiorno cara…
    e bello seguire qualche corso…chissà se un giorno riuscirei anch io seguire qualche corso…
    niente male questa ricetta anzi buonissima..
    ma attento anche le altre che mi tirano..
    un abbraccio da lia..
    aggiungiamo alla lista anche questa grazie..

  2. >Seguire corsi di cucina devo essere esperienze uniche, poi se il tema è la tua regione allora deve essere anche molto più interessante. buonissimo e particolare questo secondo.
    baci
    Terry

  3. Hi there , I do imagine this can be a great weblog. I stumbled on it on Yahoo , i’ll arrive back again when yet again. Income and flexibility could be the greatest strategy to alter, might you be wealthy and support others.

  4. Hi! I could have sworn I’ve been to this website prior to but soon after searching by means of a number of the submit I recognized it is new to me. Anyways, I’m surely content I discovered it and I’ll be book-marking and checking back again regularly!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *