La mia ricetta per il contest Fattorie Fiandino

All’ultimo momento a causa degli impegni lavorativi sempre più pressanti che mi tengono lontana dal blog più di quanto vorrei (da qualche mese è tristemente vuoto, mea culpa) torno con una ricettina studiata apposta per il secondo Contest organizzato dalle Fattorie Fiandino. Già lo scorso anno avevo partecipato a quello che aveva come ingrediente principe il burro salato, realizzando la ricetta sei Sableè au chocolat e burro salato con sorbetto all’arancia e Cointreau.

Questa volta l’ingrediente di base delle ricette doveva essere uno dei meravigliosi formaggi a caglio vegetale prodotti da Fiandino. All’arrivo del pacco sono rimasta a bocca aperta, visto che ci era stata inviata una selezione completa dei formaggi a caglio vegetale e del burro Fiandino. Da lì in avanti è stato tutto un lavorio di cervello per cercare di capire come creare una ricetta particolare.

La scelta è stata “L’Ottavio Pichin“, un formaggio a latte crudo e pasta molle sostenuta con birra artigianale stura e malti d’orzo tostati. E’ un formaggio ricco di profumi e con un gusto che richiama note di cacao e caffè. Qual’è la ricetta? E’ il momento di svelarla….

Spaghetti con petto d’anatra affumicato, fiori di zucca e fondutina de “L’Ottavio Pichin”

Tempo di preparazione: 15 minuti

Difficoltà: facile

Ingredienti (x 4 persone):

320 gr di spaghetti

8 fettine sottili di petto d’anatra affumicato

12 fiori di zucca

300 gr di “L’Ottavio Pichin”

40 gr di Burro Salato 1889

250 ml di panna fresca

Sale q.b.

Pepe q.b.

 

Procedimento:

 

Pulite i fiori di zucca, fregandoli delicatamente con un panno umido ed eliminando il pistillo, quindi tagliateli a pezzi e metteteli da parte. Tagliate a piccoli pezzi il formaggio e lasciatelo per 5 minuti immerso nella panna, quindi in una bastardella, fate sciogliere il tutto fino ad ottenere una crema densa ed omogenea. Tagliate le fettine di petto d’anatra a listarelle sottili e fatele rosolare a fuoco basso in un tegame capiente con il burro.

Nel frattempo portate ad ebollizione l’acqua per la pasta, salatela e fatevi cuocere gli spaghetti al dente. Scolateli, poneteli nel tegame con il petto d’anatra, aggiungete i fiori di zucca ed infine la fonduta. Fate saltare il tutto per un paio di minuti, in modo da amalgamere i sapori e servite in tavola. Buon appetito!

 

Con questa ricetta partecipo a:

 

You may also like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *