AperiTò 2012!

Dal 21 al 24 Giugno a Torino l’aperitivo è diventato AperiTò!

Piazza Vittorio Veneto si è infatti trasformata in un grande bar all’aperto, dove tra eventi, degustazioni e laboratori tutti hanno avuto modo di conoscere un po’ più a fondo il rito dell’aperitivo, nato proprio a Torino 200 anni fa, quando Antonio Benedetto Carpano iniziò a produrre un vino bianco aromatizzato alle erbe e alle spezie, il Vermouth.

All’interno della manifestazione, parte degli eventi del Polo Didattico di AperiTò, si sono svolti sotto la supervisione di diverse blogger che hanno raccontato agli utenti del web 2.0 le fasi più importanti delle sessioni didattiche.

Nella giornata di giovedì ci ha pensato Ambra, venerdì è stato il mio turno insieme a Margherita, sabato quello di Valentina e Giovanni, poi Francesca e Alessia. Insomma un team pronto a rubare tutti i segreti di un buon aperitivo per raccontarli in rete.

Venerdì, come già detto siamo state io e Margherita le assistenti dei barman. E’ stata una sessione divertente ed interessante, suddivisa in due parti. Durante la prima abbiamo avuto modo di assistere ad una vera e propria cooking class dove i barman insegnavano ad allievi ed interessati di passaggio come creare dei cocktail a regola d’arte. In questa sessione il palcoscenico è stato tutto per i prodotti di Martini & Rossi, ormai immancabili in tutti i migliori aperitivi non solo in Italia ma nel mondo intero. Abbiamo così capito come realizzare un ottimo Torino-Milano, altrimenti detto Americano, qui proposto nella versione shakerata e senza selz, ovvero con la miscela in parti uguali di Martini Rosso e Martini Bitter, ghiaccio e una fettina di arancia. Ci è stato spiegato che, essendo un cocktail forte e importante (siamo a circa 18-20° di gradazione alcolica) è importante abbinarlo a appetizer semplici per evitare di mischiare sapori troppo forti.

E’ stata poi la volta di un classicissimo Cocktail Martini, quello di James Bond per intenderci. Si ottiene mescolando 8 parti di Gin e 2 di Martini Extra Dry. James Bond lo voleva mescolato e non shakerato e rigorosamente con l’oliva. In realtà è possibile abbinarlo praticamente ad ogni sapore..dall’oliva all’ostrica!

A seguire abbiamo avuto modo di assaggiare il cocktail creato appositamente per le nozze di Kate e William, il Martini Royale, un’epifania di sapori ottenuti dalla miscela Martini Bianco, Spumante Prosecco Martini, qualche goccia di lime e foglie di menta. Davvero fantastico!

La seconda parte del nostro lavoro (terribile eh, ma qualcuno doveva pur farlo, ehehe) si è svolta durante la presentazione di una nuova bevanda, lanciata sul mercato un anno fa dalla Zadi Drinks. Si tratta di “Hugo Prosejito“, una miscela già pronta di spumante, estratti di fior di sambuco e menta e concentrato di succo di limone.

E’ stata una vera scoperta. Lo abbiamo sorseggiato durante una chiacchierata con Stefan e Thomas, gli ideatori di questa bevanda che ci hanno spiegato che Hugo Prosejito è prodotto in maniera totalmente naturale e non contiene aromi, coloranti e conservanti. E’ stato creato proprio per consentire anche a chi non è un esperto in cocktail di godere del rito dell’aperitivo senza problemi. Basta stappare, versarlo in un calice panciuto con qualche cubetto di ghiaccio e alcune foglie di menta e il gioco è fatto! Altra cosa importante è la bassa gradazione alcolica, solo 5.9 gradi, che lo rendono adatto anche a chi non sopporta le alte gradazioni.

A questo punto il pomeriggio è purtroppo finito, lasciandoci però piene di entusiasmo e con mille idee in testa per i possibili abbinamenti da offrire ai nostri ospiti la prossima volta che decideremo di organizzare un aperitivo. Ormai i cocktail non hanno più segreti…o quasi!

Non mi resta che ringraziare Margherita, splendida compagna in questa avventura, Francesca Martinengo, addetta stampa e responsabile per gli eventi con le foodblogger, che mi ha dato modo di esserci, la Martini & Rossi, nella persona della Sig.ra Daniela Finello, e la Zadi Drinks che ci hanno dato la possibilità di provare i loro prodotti e di raccontarne la qualità a tutti voi. Un unltimo ringraziamento, ovviamente, a tutti coloro che ci hanno sopportate mentre giravamo, armate di smartphone, facendo foto a qualsiasi cosa ci paresse interessante.

You may also like

3 Commenti

  1. Eh. Eh, alla fine ci sei cascata pure tu….
    Ma mi pare di capire che ti abbia molto soddisfatta… Questo è l’importante!
    Un abbraccio a presto Any

  2. @Any: già, alla fine ci son cascata e mi è pure piaciuto..è successo un po’ per caso, per una sostituzione dell’ultimo minuto ma devo dire che è stato divertente 🙂
    Un abbraccio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *