Raviolo di mortadella, capasanta e riduzione di balsamico

Oggi propongo una ricetta che ho provato per la prima volta ad un corso tenuto presso L’Accademia FoodLab e che ho riproposto qualche giorno fa per allietare il palato delle persone per cui cucinavo. Si tratta di una mescolanza di sapori molto particolare, persistente in bocca e con una nota aromatica molto piacevole data dalla riduzione di balsamico.

La parte più complicata è quella relativa alla cottura del mollusco che deve essere trattato al meglio per evitare di diventare gommoso e indigesto, ma la realizzazione in generale non è difficile ed è alla portata di chiunque. Vediamo come realizzarlo.

 

Difficoltà: facile

Tempo di preparazione: 10 minuti + 2 minuti di cottura

Ingredienti (x 4 persone):

4 fette di mortadella non troppo sottile

4 capesante

2 fette di pan carrè

50 gr di parmigiano

1/2 litro di aceto balsamico

olio extravergine d’oliva q.b.

pepe nero q.b.

sale q.b.

 

Procedimento:

 

Ricavate dalle fette di mortadella due strisce di 3 cm di larghezza per 7 cm di lunghezza. Frullate i ritagli insieme al pan carrè precedentemente ammollato nel latte e strizzato. Aggiungete il parmigiano e il pepe nero macinato al momento.

Preparate la riduzione di aceto balsamico facendo ridurre in una casseruola l’aceto balsamico fino ad ottenere una consistenza sciropposa (deve ridursi di circa 2/3).

Posizionate le due strisce di mortadella a formare una croce, nel cui centro metterete circa 20 gr di farcia, quindi chiudete la croce in un raviolo. Passate in forno preriscaldato a 200°C per circa 2 minuti.

In una padella rosolate le capesante lasciandole cuocere per circa 30 secondi per lato.

In un piatto ponete i ravioli di mortadella e adagiatevi sopra le capesante scottate. Guarnite con la riduzione di aceto balsamico e servite. Buon appetito!

You may also like

2 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *