Ravioloni patate e porri e il primo abbinamento (Di)vino

Eccomi di nuovo a voi e questa volta non sono da sola! No, perchè oggi inizia ufficialmente la collaborazione di cui vi ho parlato qui. Ci è voluto un po’ di tempo per organizzare le cose al meglio ma alla fine eccoci qui, insieme, a creare nuove suggestioni enogastronomiche.

Per iniziare al meglio la scelta è ricaduta su un primo piatto, ovviamente di pasta fatta in casa, ovviamente con prodotti stagionali e poveri. Parliamo di pasta all’uovo, patate, porri e parmigiano. Insomma, di ingredienti che tutti noi possiamo facilmente reperire e che, miscelati con la giusta perizia, daranno vita ad una pasta ripiena a dir poco sensazionale.

I sapori che si fondono in bocca sono perfettamente bilanciati tra loro, il porro perde parte  del suo sapore forte mentre brasa, conferendo all’insieme quella marcia in più. I sapori speziati che derivano da noce moscata e pepe poi rendono tutto talmente profumato ed intenso che è assolutamente impossibile resistere; Note di testa date dal timo, che rende delicato il tutto, dando vita ad un piatto con un aroma piacevolmente fresco e leggero.

Sulla base di queste sensazioni olfattive e gustative Fabio, il mio alter ego per quanto riguarda i vini, ha deciso il suo abbinamento (di)vino, consigliato per creare la migliore suggestione sensoriale possibile.

Ora però veniamo alla ricetta e all’abbinamento di questa settimana.

 

Tempo di preparazione:  30 minuti + 1 ora di riposo

Difficoltà: media

Ingredienti (x 4 persone):

Per la pasta

300 gr di farina di grano tenero 00

3 uova

1 cucchiaio di olio

1/2 cucchiaino di sale

1 cucchiaio di acqua secondo occorrenza

Per il ripieno

250 gr di patate lessate e schiacciate

50 gr di porri brasati e tritati

100 gr di parmigiano reggiano

1 pizzico di noce moscata

timo fresco a piacere

sale q.b.

pepe q.b.

Per il condimento

150 gr di burro

120 gr di parmigiano reggiano

 

Procedimento:

 

Preparate la pasta. Setacciate la farina sul piano di lavoro, fate la fontana, aggiungetevi al centro le uova, l’olio e il sale.

Sbattete gli ingredienti usando una forchetta, quindi incorporatevi un po’ di farina dal bordo. Con un movimento circolare incorporate sempre più farina dal bordo fino al formarsi di un impasto denso.

Con entrambe le mani distribuite la farina del bordo uniformemente sopra l’impasto, operando dall’esterno verso l’interno, quindi incorporatela uniformemente. Se l’operazione dovesse risultare difficoltosa incorporate un po’ d’acqua.

Ripiegate la pasta e impastatela energicamente col palmo della mano. Proseguite fino al formarsi di un impasto liscio e compatto. Copritelo con la pellicola trasparente e fatelo riposare fuori frigo per 1 ora.

Preparate il ripieno. Amalgamate tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto omogeneo. Regolate di sale e di pepe e tenete da parte.

Terminata l’ora di riposo, prendete un pezzo della pasta precedentemente preparata e tiratela ad uno spessore di circa 2 mm. Tagliate quindi delle strisce di circa 10 cm di larghezza e ponete un cucchiaino dell’amalgama di porri e patate ad intervalli regolari al centro dell’impasto. Ripiegate la pasta su se stessa in modo da far combaciare i bordi, quindi premete delicatamente intorno alle palline del ripieno, fino a far fuoriuscire tutta l’aria, quindi premete bene per sigillare e tagliate con una rotella tagliapasta.

Sbollentate i ravioli per 3-4 minuti in acqua bollente salata e nel frattempo, in un tegame capiente, sciogliete il burro e fatelo dorare leggermente. Con l’aiuto di una schiumarola scolate i ravioloni, adagiateli nel tegame e fateli saltare per un paio di minuti.

Impiattate, spolverizzate con abbondante parmigiano reggiano e servite caldi. Buon appetito!

Un abbinamento Divino

Piatto semplice ma ricco di sentori, le cui spezie armonizzano i singoli elementi, indubbiamente il formaggio aumenterà la sapidità e il burro la succulenza. Sono questi i due elementi su cui abbinerei principalmente il vino che sarà bianco  fermo e con un certo carattere, uno chardonnay che non sia troppo giovane meglio se dell’anno non in corso. Lascerei che il reparto aromatico del piatto mantenesse la scena, con questo non andrei su chardonnay eccessivamente vanigliati o con sentori di  frutta matura  ma con bouquet floreali e sentori un po’ più minerali…..

Continue Reading

Provola affumicata alle nocciole e rosmarino

Ok, ce la posso fare..devo dire che ultimamente, tra gli impegni lavorativi e la pigrizia da cambio di stagione ho abbandonato il blog e in parte anche la cucina…mea culpa!! Ma prometto che mi rifarò nei prossimi giorni; ho una serie di ricettine facili e veloci da raccontarvi e, giuro, questa volta lo faccio davvero.

Mi piacerebbe iniziare con una ricetta facile e veloce ma sfiziosissima; una delle classiche ricette che salvano la cena quando, al ritorno dal lavoro, non abbiamo voglia di fare nulla, tanto meno di metterci ai fornelli. Ovviamente bisogna avere una passione per il formaggio ma, vi assicuro, rimarrete piacevolmente sorpresi all’assaggio. I sapori, pieni e ben equilibrati faranno andare in estasi le vostre papille gustative! Ma vediamo come realizzare questa ricetta.

Tempo di preparazione: 15 minuti + 6 minuti di cottura

Difficoltà: facile

Ingredienti (x 4 persone):

2 provolette affumicate da 250 gr circa

4 cucchiai di nocciole sgusciate e senza pellicola

1 cipolla rossa di Tropea piccola

4 cucchiai di aceto di vino bianco

6 cucchiai di olio extravergine di oliva

4 rametti di rosmarino

sale q.b.

pepe q.b.

 

Procedimento:

 

Foderate una teglia con un pezzo di carta da forno bagnato e strizzato, lasciandolo uscire dal bordo, quindi ungete il fondo con due cucchiai d’olio, usando un pennello.

Tagliate a metà, in verticale, le provolette, quindi mescolate in una ciotolina l’olio rimasto, l’aceto, poco sale e una generosa macinata di pepe (io uso quello di Giamaica, molto profumato e gradevole al gusto). Spennellate le mezze provole con il composto ottenuto, quindi ponetele nella teglia e praticatevi delle incisioni incrociate con un coltello.

Tostate per un minuto la nocciole in una padella antiaderente, quindi sminuzzatene 30 gr con un batticarne e distribuitele sul formaggio, insieme a quelle intere, ai rametti di rosmarino e alla cipolla tagliata a rondelle.

Infornate per 5 minuti a 230°C. Servite immediatamente. Buon appetito!

Continue Reading