>Tajine di pollo e olive

>

La parola tajine non indica solo una pietanza ma anche l’inconfondibiloe tegame in cui viene cucinata. Questi recipienti in terracotta spessa vengono utilizzati in tutto il Marocco e furono introdotti dai nomadi che li mettevano direttamente sul fuoco o sulle braci per preparare deliziosi stufati.
Senza dubbio l’ideale sarebbe preparare questo piatto nel tradizionale tajine di terracotta ma, dato che in fondo si tratta di un classico stufato (anche se arricchito di sapori ed aromi esotici), si può ottenere un gusto autentico anche utilizzando una normale casseruola con il fondo spesso.
Vediamo come realizzare questa ricetta:
Ingredienti (x 4/6 persone):

1 pollo intero (circa 1,5 kg), con la pelle e tagliato in 4

olio d’oliva
1-2 finocchi grandi
2 cipolle, pelate e tritate grossolanamente
1 mazzetto di coriandolo fresco
4 spicchi d’aglio, pelati e affettati
80 gr di olive nere e verdi, private del nocciolo
1 bella presa di zafferano
500 gr di brodo di pollo biologico
Per il condimento speziato:

1 cucchiaino colmo di semi di coriandolo schiacciati

1 cucchiaino raso di semi di cumino macinato
1 cucchiaino colmo di zenzero macinato
2 cucchiai di olio di oliva
sale marino e pepe appena macinato
Procedimanto:
Mescolate in un ciotola tutti gli ingredienti per il condimento speziato. Mettete i pezzi di pollo in una terrina capiente, frizionateli con il condimento, poi copriteli con pellicola trasparente e lasciateli marinare in frigo per un paio d’ore o, meglio ancora, per tutta la notte.
Quando siete pronti a cuocere, scaldate una generosa dose di olio d’oliva in un tajine o in una casseruola e friggete i pezzi di pollo a fuoco medio-alto (iniziate mettendoli con la pelle verso il basso) per 5-10 minuti, finché avranno preso un bel colore dorato.
Mentre il pollo cuoce, tagliate ciascun finocchio in 8 spicchi e aggiungeteli nella pentola insieme alle cipolle, ai gambi di coriandolo e all’aglio. Mescolate bene e friggete tutti per un paio di minuti ancora, quindi aggiungete le olive e lo zafferano. Versateci dentro il brodo caldo, date una bella mescolata, poi coprite la pentola con il coperchio o con dell’alluminio e lasciate sobbollire a fuoco dolce per 1 ora e 1/2, o finché la carne inizia a staccarsi dall’osso. A metà cottura controllate come procede e date una bella mescolata. Continuate a tenerlo sotto controllo e, se vi sembra che stia asciugando troppo, aggiungete un goccio d’acqua.
Quando il tempo è scaduto e il pollo vi sembra perfetto, mescolate delicatamente il tajine. Se vi sembra ancora troppo liquido, fatelo andare un po’ senza coperchio, in modo che si asciughi. assaggiate e, se serve, aggiustate di sale e pepe, poi spargeteci sopra le foglie di coriandolo. In un tajine c’è così tanta cura e così tanto amore che non serve accompagnarlo con cose complicate, perciò servitelo soltanto con una bella terrina di couscous fumante appena appena condito.
Continue Reading

>La Befana vien di notte…

>

…con le scarpe tutte rotte
con le toppe alla sottana
viva viva la Befana!!
Questa è una filastrocca che tutti noi conosciamo, che fa parte dell’infanzia di molti di noi, almeno fino alla mia generazione…
Oltre alla filastrocca abbiamo tante tradizioni differenti per l’Epifania, diverse in ogni stato e in ogni singola regione…qui in Piemonte c’è l’usanza di mangiare con amici e parenti la “focaccia della Befana”, dolce tipico di questa festa ma ottimo tutto l’anno!
Si tratta di una focaccia dolce che viene impastata con canditi e una fava secca…ebbene si, una fava secca (o un cece, un fagiolo…) che porterà fortuna a chi la trova durante tutto l’anno a venire…
E’ una preparazione lunghetta ma piuttosto semplice…vediamo come realizzarla!

Ingredienti (x 1 focaccia di circa 24 cm di diametro):

350 gr di farina manitoba
2 uova intere + 1 albume
75 gr di burro
75 gr di zucchero
25 gr di canditi d’arancia
10 gr di lievito di birra
3 cucchiai di latte intero
zucchero a granella q.b.

Preparazione:

Mescolare la farina con lo zucchero, sciogliere il lievito di birra nel latte intiepidito e versarlo nella farina, aggiungere le uova intere e il burro ammorbidito.
Impastare fino ad ottenere un composto liscio, quindi aggiungere i canditi e la fava e  impastare fino ad averli distribuiti nell’impasto. Imburrare una ciotola e trasferire l’impasto al suo interno, quindi coprire con un panno umido e lasciare riposare per tutta la notte ad una temperatura di circa 20°C.
La mattina seguente riprendere l’impasto e lavorarlo velocemente. Stendere l’impasto ad un’altezza di circa 3 cm, sistemarlo su un foglio di carta da forno e poi in una teglia rotonda; tagliare l’impasto a spicchi lasciando intero il centro, arrotolarli su se stessi formando dei petali e lasciare riposare per circa 30 minuti.
Spennellare con l’albume sbattuto la superficie della focaccia e cospargere con zucchero a granella; cuocere in forno preriscaldato a 200°C per circa 30 minuti.
Sfornare e servire tiepida o fredda. Potete anche impacchettarla e portarla da amici o parenti se siete invitati a pranzo…farete un’ottima figura!

Continue Reading

>Per due e quattro zampe….

>

Oggi il post sarà doppio, un po’ per farmi perdonare per la lunga assenza, un po’ perché ho un paio di ricette che voglio postare e che mi piacciono parecchio….
La prima si potrebbe, anzi si deve, collegare qui perché da questo post ho tratto la ricetta della ciambella al profumo di agrumi, zenzero e zafferano, una vera delizia, soprattutto se accompagnata, come da consiglio dell’autore, con la crema pasticcera alla vaniglia bourbon del Madagascar. Ottima per l’high tea ma anche per la colazione o come dolcezza casalinga a fine pasto in casa mia ha conquistato tutti…veramente ottima! Quindi…grazie della ricetta Gunther!!!
La seconda ricetta del giorno invece tratta di biscotti…ebbene si, biscotti…ma non per noi bensì per i nostri amati amici a 4 zampe! Si tratta infatti della ricetta (trovata in giro su internet e poi leggermente modificata nelle dosi) per fare i biscotti premio per i nostri cani; devo dire che mentre cuocevano per casa c’era un profumino magnifico e che, dopo le prime perplessità, Fara (la 4 zampe che ha fatto da cavia), ha gradito parecchio, tanto da obbligarmi ad una seconda infornata dopo due giorni. Voglio postare questa ricetta perché è di una semplicità disarmate, non c’è bisogno di bilancia e almeno sappiamo cosa mangiano i nostri cuccioloni.
Ma andiamo con ordine….
CIAMBELLA AL PROFUMO DI AGRUMI, ZENZERO E ZAFFERANO
Ingredienti (per uno stampo da ciambella a cerniera da 26 cm di diametro):

200 g di farina

65 g di amido di mais
8 uova
50 g di burro
scorza di un limone e un arancia
un po’ di zenzero grattugiato
200 g di zucchero semolato
1 pizzico di zafferano in polvere
1 pizzico di caffè solubile o orzo
1 bustina di lievito per torte
Procedimento:
Scaldate il forno a 180°.  Rompete e dividete le uova in due ciotole diverse da una parte i soli tuorli e dall’altra gli albumi; nella ciotola dei tuorli aggiungete 150 g di zucchero e batteteli con una frusta meglio se elettrica fino a che diventano chiari quindi aggiungete a mano a mano 100 g di farina, 45 g di maizena, la scorza di limone e di arancia grattugiata, un po’ di zenzero grattugiato, un pizzico di zafferano in polvere e un pizzico di caffè solubile o orzo.
Montate gli albumi con 50 gr di zucchero, quindi aggiungetene la metà ai tuorli e amalgamateli con lenti movimenti dal basso verso l’alto; aggiungete delicatamente 100 gr di farina e 20 gr di amido, quindi gli albumi rimasti e alla fine la bustina di lievito per dolci.
Imburrate e infarinate lo stampo e versatevi il composto, quindi infornate e fate cuocere per 45 minuti.
BISCOTTI PREMIO PER AMICI A 4 ZAMPE
Ingredienti (x circa 60 biscotti piccoli):

3 omogeneizzati alla carne

1 pugno abbondante di parmigiano grattugiato
1 tuorlo d’uovo
farina q.b.
Procedimento:
Mettete in una ciotola gli omogeneizzati e il parmigiano e mescolare fino a che si amalgamano, aggiungere il tuorlo e quindi iniziare a miscelare con la farina, sempre mescolando fino a che l’impasto diventa consistente; iniziare ad impastare a mano, continuando ad aggiungere farina fino ad ottenere la consistenza di una pasta frolla (rimane comunque un pochino più elastica della frolla).
Stendere la pasta ad uno spessore di circa 0.5 cm e con un tagliabiscotti fare i biscottini. Sistemarli in una teglia e infornarli in forno preriscaldato a 200° per circa 20 minuti (devono essere coloriti e piuttosto secchi per pulire i denti del cane durante lo spuntino ed essere digeribili).
Continue Reading