>Coppa panettone, mandorle e moscato

>

Torniamo al dolce con queste particolari coppe che possono esserci utilissime anche per finire il panettone avanzato e che sono ottime, soprattuto per la sensazione gustativa contrastante che avremo in bocca; infatti il moscato, per quanto possa essere dolce, nell’insieme di questa preparazione mitigherà notevolmente il dolce della crema chantilly e del panettone. Vediamo il procedimento per la realizzazione, che si compone di diverse fasi:
Ingredienti (x 6 coppette):

Per la crema chantilly

200 gr di crema pasticcera
300 gr di panna montata
Per la gelée di moscato
3,2 dl di moscato
65 gr di miele
10 gr di colla di pesce in fogli
Per la finitura
30 gr di mandorle a scaglie
1,6 dl di moscato
240 gr di panettone
Procedimento:
Per la crema pasticcera (per 400 gr di crema)
200 gr di latte fresco intero, 50 gr di panna fresca, 75 gr di tuorli (3 o 4 tuorli in base alla grandezza delle uova), 75 gr di zucchero, 20 gr di amido di mais, mezza bacca di vaniglia
Montate i tuorli con lo zucchero, aggiungete la bacca di vaniglia e infine aggiungete l’amido di mais; nel frattempo mettete a bollire il latte con la panna.
Raggiunto il bollore, unite al latte la montata di uova e fate cuocere per un minuto circa e comunque fino a che il composto si sarà addensato.
Fate raffreddare velocemente la crema in un bagnomaria di acqua e ghiaccio oppure in freezer, dopo averla coperta con una pellicola.
Per la crema chantilly
In una ciotola capiente versate la crema pasticcera e incorporate, mescolando con delicatezza e dal basso verso l’alto, la panna montata.
Per la gelée di moscato
Ammollate la colla di pesce in acqua tiepida e strizzatela. Scaldate il miele e scioglietevi dentro la colla di pesce; unite il moscato e mescolate bene.
Per la finitura
Mettete sul fondo della coppa alcuni tocchetti di panettone inzuppati con del moscato, stendeteci sopra uno strato di chantilly, poi uno di mandorle a scaglie e uno di gelée al moscato. Riponete in frigo in modo che la gelée possa solidificarsi. Guarnite infine con mandorle tostate e qualche briciola di panettone.
Continue Reading

>Bigoli al torchio con bottarga e gremolada di agrumi

>

Questa sera ci deliziamo con un primo piatto eccezionale…un piatto che ricorda i profumi della Sicilia ma che riprende la tradizione milanese dell’ossobuco con la gremolada. Si tratta di un piatto estremamente semplice ma di sicuro effetto e con un gusto decisamente apprezzabile.Vediamo come eseguirlo….
Ingredienti (x 4 persone):

320 gr di bigoli

1 filetto di acciuga
1 spicchio d’aglio
1 bottarga di muggine
1 arancia
1 limone
1 lime
50 gr di panna liquida
burro q.b.
sale q.b.
pepe q.b.
prezzemolo tritato q.b.
Preparazione:
Con una grattugia ricavate la scorza dagli agrumi e tenetela da parte insieme al prezzemolo tritato. In abbondante acqua salata fate cuocere i bigoli. In una padella sciogliete il burro insieme all’aglio e al filetto di acciuga. Stemperate con acqua di cottura ottenendo una salsa, quindi aggiungete la panna. Scolate i bigoli in padella , mantecate la pasta e servite con la gremolada di agrumi e prezzemolo e una bella grattugiata di bottarga.
Continue Reading

>Vol au vent con champignos e fonduta di taleggio

>

Continuiamo con la serie di piatti delle feste ma stavolta andiamo più sul classico con questo piatto…di sicuro è intramontabile, piace a tutti o quasi ed è piuttosto veloce…unico neo? Per essere ottima la fonduta andrebbe fatta all’ultimo momento….
Ingredienti (x 4 persone):

8 vol au vent

200 gr di taleggio
8 champignons
1/2 bicchiere di latte
1 tuorlo d’uovo
1 rametto di timo fresco
1/4 di bicchiere di vino bianco secco
burro q.b.
sale q.b.
pepe q.b.
Preparazione:
Pulite e mondate gli champignons. Saltate in padella con burro e timo, quindi tenete in caldo da parte. In una ciotola mettete il taleggio a pezzetti, il latte e il vino bianco. Adagiate la ciotola sopra ad un bagnomaria e fondete il formaggio, quindi aggiungete il tuorlo fino ad ottenere la fonduta della consistenza che preferite. Scaldate i vol au vent in forno a 180° per 3 minuti, quindi farcite con gli champignos e la fonduta di taleggio. Servite caldo.
Continue Reading

>Toast di gamberi con insalatina di cetrioli e ananas

>

Ecco la prima delle ricette di Natale…un antipasto veloce da preparare ma sfizioso e appetitoso, ottimo per un pasto seduto ma anche per un buffet…

Ingredienti (x 4 persone):

8 code di gambero
1/4 cetriolo
1/4 ananas
4 fette di pan carré
1 lime
olio q.b.
sale q.b.
pepe q.b.

Procedimento:

Pulite le code di gambero eliminando l’intestino. Tritate a coltello e condite con sale, pepe, olio e una grattugiata di scorza del lime. Eliminate la crosta al pan carré e tagliate le fette ricavandone 2 triangolini. Farcite con i gamberi il toast e passate in padella con olio caldo, da entrambi i lati, fino a doratura. A parte, tagliate il cetriolo e l’ananas a cubetti di circa 0,5 centimetri e condite in insalata con olio, sale, pepe e poca scorza di lime. Servite il toast con l’insalata di accompagnamento.
Continue Reading

>Natale e le sue prelibatezze…

>

Chiedo scusa a tutti quelli che mi seguono ma ultimamente sono stata davvero presissima da mille cose e non ho più avuto il tempo per postare nulla in questo spazio…tra cestini con biscotti e prelibatezze varie e i preparativi per il pranzo di Natale non ho avuto un attimo di respiro, così oggi cercherò di recuperare il tempo perso…
Dopo aver frequentato un paio di corsi di cucina sulla cucina delle feste ho stilato il menù per il giorno di Natale…questo il risultato:
Antipasto: 
Toast di gamberi
Vol au vent con champignons e fonduta di taleggio
Primo piatto:
Bigoli al torchio con gremolada di agrumi e bottarga
Secondo piatto:
Tagliere di formaggi misti con marmellate e mieli
Contorni:
Broccoli al profumo di acciuga
Carciofi al vino bianco
Dessert:
Coppa panettone, mandorle e moscato
Tiramisù
So che la scelta del secondo è a dir poco inusuale ma a casa mia è parecchio apprezzato e del resto al secondo non ci arriva quasi mai nessuno, quindi la scelta ricade su qualcosa di sfizioso e “diverso”.
Questi alcuni dei piatti:

Poi ci sono i cesti…in parte su commissione, in parte realizzati per fare i miei regali di Natale a parenti ed amici, tutti personalizzati e studiati uno ad uno….e tra una cosa e l’altra quasi 8 kg di biscotti e paste varie sono usciti dal mio forno…insomma un delirio ma che soddisfazione….
Queste le realizzazioni per i cesti:
Delizie di frolla con cioccolato
Gallette bretoni
Rose del deserto
Stelle al caffè
Meringhette
Diablutin di coccolato con frutta secca
Stelline perìcorino e olive verdi
Salatini nocciole e grana
Patè di olive nere
Sale aromatizzato (vaniglia, arancio e pepe della Giamaica, limone, zenzero)
Questo il risultato:
Nei prossimi giorni posterò un po’ di queste ricettine….se avete preferenze fatemi sapere!!
Continue Reading