>Risotto al Barbera

>

Questa è la ricetta del primo piatto che abbiamo preparato la sera del corso di cucina…un ottimo risotto che a prima vista può spaventare perchè gli ingredienti sono veramente tanti ma che, vi assicuro, è assolutamente digeribile.

Piccola premessa; io per fare le dosi per il risotto utilizzo i pirottini di alluminio usa e getta (quelli dei budini per capirci)…per una persona lo riempio lasciando 5 mm dal bordo; ho notato che è veramente la dose ottimale, vista la resa del riso in cottura.
E adesso veniamo a noi!
Ingredienti (x 6 persone):

1/2 kg di riso carnaroli
brodo
1/2 hg di midollo di bue freschissimo
3 bicchieri di buon Barbera d’Asti di 2-3 anni
3 cucchiai di conserva o salsa fresca di pomodoro
100 gr circa di burro
100 gr di parmigiano grattugiato
3 foglie di alloro
1 mazzetto di salvia
2 cipolle medie
pepe nero macinato fresco
noce moscata





Preparazione:
Affettate sottili le cipolle e mettetele ad imbiondire adagio con un bel pezzo di burro, il midollo di bue tritato e le 3 foglie di alloro intere. Quando le cipolle sono appassite ed intenerite, versate metà del vino insieme ad un po’ di fecola di patate e fate restringere tutto. Buttate quindi il riso, alzate la fiamma, girando col cucchiaio di legno per fargli assorbire bene tutto il condimento; quando il riso è tostato (ve ne accorgete perchè non riuscirete a tenere tra le dita il riso se ci provate) versate l’altra metà del vino diluita con un mestolino di brodo, i 2 cucchiai di pomodoro e il mazzetto di salvia (io questo non lo uso).
Una volta che si è asciugato anche questo secondo vino, portate il risotto a cottura bagnandolo col brodo. Deve risultare piuttosto liquido e ben al dente. Mantecatelo con il burro rimasto e tutto il parmigiano, torchiando pepe nero  e rifinendo con una grattugiata di noce moscata, più 3-4 cucchiai di Barbera caldo.
Per capire qual’è la consistenza da ottenere, ricordate che i maiores lo mangiavano col cucchiaio e non con la forchetta!

Continue Reading

>Corso di cucina: "Il Piemonte in cucina"

>

Finalmente riesco a postare qualcosa riguardo il fantastico corso di cucina fatto presso FoodLab venerdì scorso con un argomento interessantissimo…la cucina del mio amatissimo Piemonte…si, lo so, sono un po’ campanilista ma in questo caso c’è un motivo assolutamente valido!
Ma partiamo dal principio…arrivata alla scuola di cucina ed espletate le formalità, conosco finalmente
Giovanni, lo chef che condurrà me e altre 8 persone attraverso una girandola di profumi, colori e tradizioni, scritte e non…
Il menù della serata è veramente interessante e ci permetterà di “scoprire” piccole malizie proprie di chi con le cucine lavora da molti anni; nel dettaglio il menù prevede:
– Filetti di trota in agrodolce

– Risotto al barbera

– Coniglio all’astigiana con polentina morbida

– Zabaione al marsala con il crumble

Ovviamente abbiamo assaggiato tutto e devo dire che, nonostante le portate fossero veramente molte, i piatti si sono rivelati “leggeri” e ci hanno consentito di assaporare tutto senza sentirci appesantiti.
Adesso direi che è il momento di piazzare una ricettina di queste…facile facile e piuttosto veloce ma decisamente gustosa…
FILETTI DI TROTA IN AGRODOLCE
Ingredienti (per 4 persone):
2 trote da 3-4 etti l’una
1 carota
1 gambo di sedano
1 piccolo porro
il verde di una zucchina
1 cucchiaio di salvia e rosmarino tritati
qualche ciuffetto di prezzemolo
2 cucchiai di uva sultanina ammollata in acqua calda
1 cucchiaio di miele d’acacia
1 mestolo di brodo vegetale
1 bicchiere di vino bianco secco
1/2 dl di aceto di vino rosso
una manciata di farina
oli d’oliva q.b.
sale q.b.
pepe q.b.
Preparazione:
Pulite le trote e ricavate da ciascuna 2 filetti. infarinateli e friggeteli in olio caldo. Salate appena.

Con carota, sedano, porro e zucchina preparate una dadolata minuta che rosolerete adagio in poco olio, insieme al trito aromatico. Quando le verdure sono cotte bagnate con l’aceto e il vino bianco e fate ridurre della metà. Unite il brodo, il miele e l’uvetta sultanina scolata. Sobbollite il tutto per qualche minuto, regolate di sale e pepe e versate caldo sulle trote o al loro fianco. Lasciate intiepidire e servite guarnendo con ciuffetti di prezzemolo.

Continue Reading

>Post in rosa

>

Sono qui a ricordare a tutte che Ottobre è il mese della prevenzione del tumore al seno.Con grandissimo piacere, anche io sono qui a dare il mio piccolo contributo, come molte foodblogger, anche se non con una preparazione sul tema del rosa, ma semplicemente con il poster della LILT. Credo che sia fondamentale la prevenzione…mi raccomando, non trascuratevi mai e abbiate cura di quella meravigliosa macchina che è il vostro corpo!

Per ogni donna la prevenzione deve essere sinonimo di promozione del proprio benessere, della propria salute, ma anche della propria bellezza. Tante le iniziative che saranno realizzate, in tutta Italia, durante il mese di ottobre. Per sapere quali andate qui!

Continue Reading

>E ora festa!!!

>

Si, si, avete assolutamente ragione…ho trascurato il blog e tutti coloro che lo leggono ma credetemi, è stata una settimana a dir poco snervante…ora cerco di recuperare almeno in parte…
Purtroppo per i corsi di cucina dovrete aspettare….venerdì sera ho dimenticato la fidata macchina fotografica alla scuola e solo domattina andrò a recuperarla, ma stasera parliamo di festa!! Si, la festa per il compleanno di mia mamma (gli anni ovviamente non si dicono) per cui abbiamo preparato (io e lei insieme) tutta una serie di prelibatezze per il buffet. Per l’esattezza abbiamo preparato: friselle al pomodoro, canapè di uova e gamberoni, patè di tonno, torta salata ai carciofi e salsiccia, rotolo con zucchine, provola e speck, torta gorgonzola e pere, vitello tonnato (quello dell’Artusi), torta di grano saraceno e pere, bicchierini bicolore, zabaione con crumble.
Direi che ho detto tutto…ora veniamo alle foto e se qualcosa vi interessa particolarmente, basta chiedere e magicamente apparirà la ricetta!!

Le foto non sono magnifiche ma sono state fatte con un cellulare…abbiate pietà di me!
Continue Reading

>A volte ritornano….

>

Perdonatemi, lo so che sono stata assente per parecchio tempo ma le mie giornate ultimamente sono state pienissime! Domani prometto di tornare con una ricettina con i fiocchi e di raccontarvi degli ultimi due corsi fatti presso FoodLab…uno ieri sera, tema “Le conserve” e uno che effettuerò stasera, tema “La cucina piemontese”!
Ero curiosa per la lezione di ieri e devo dire che non sono rimasta delusa, anzi…e lo sono ancora di più per quella odierna, che credo sarà strepitosa ma non voglio anticipare nulla…domani saprete tutto quanto! Ciaooooooo!!
Continue Reading