Primi caldi…restiamo freschi!

Iniziano i primi caldi e a me viene voglia di freschezza..la testa è già all’estate e a tutte le prelibatezze che si possono preparare senza accendere il fuoco o quasi…in questo caso, complice una merenda sinora dalla mia Amica Ambra (..si, ho usato la maiuscola e non è un errore…lei è un’Amica…) sono tornata a preparare dolci e, in questo caso, ho anche avuto modo di approfittare del set de Il gattoghiotto ! Solo che non avevo voglia di impazzire dietro ad un forno acceso, in più i presenti complicavano le cose perchè uno non mangia cioccolata, l’altro ama la cioccolata, l’altro ama i dolci semplici e l’ultimo non mangia alcun tipo di formaggio fresco, quindi la fantasia doveva lavorare per mettere in pista qualcosa che mettesse tutti d’accordo…e allora? Allora questo è il risultato!

Semifreddo alla crema inglese con cioccolato, tegole e frutti di bosco

Tempo di preparazione: 20 minuti + circa 5 ore di raffreddamento

Difficoltà: facileSemifreddo alla crema inglese

Ingredienti (per 6 persone):

600 ml di panna fresca

6 uova medie (io ho usato quelle di galline felici)

6 cucchiai di zucchero

La scorza di 1 limone grattugiata

60 gr di cioccolato fondente

100 gr di farina di mandorle

100 gr di farina di nocciole

100 gr di zucchero

Frutti di bosco q.b. (Io ho usato lamponi e mirtilli)

Procedimento:

Continue Reading

CCC ovvero Chocolate crinkles cookies!

Eccomi tornata, dopo essermi ritagliata un piccolo spazio tra un lavoro e l’altro per condividere con voi una ricetta a dir poco golosissima.

L’avrete già vista in molti altri blog ma, dopo averla vista su quello di Imma (che ringrazio per l’ispirazione), mi sono incuriosita e, presa di un attacco di golosità ho deciso di provarla ed è stato un successo!

Questi meravigliosi cookies al cioccolato vengono ricoperti da uno strato di zucchero e durante la cottura avviene una piccola magia, quando la superficie dei biscotti si crepa e scopre il morbido cuore al cioccolato. In casa hanno fatto furore e anche diversi clienti hanno avuto modo di apprezzarli. In pratica vediamo come realizzare questi buonissimi biscotti.

 

Difficoltà: facile

Tempo di preparazione: 20 minuti + 2 ore di riposo + 10 minuti di cottura

Ingredienti (per circa 40 biscotti):

55 gr di burro

225 gr di cioccolato fondente

100 gr di zucchero semolato

2 uova grandi

210 gr di farina

120 gr di zucchero a velo

1 cucchiaino raso di estratto di vaniglia

1 cucchiaino di lievito

un pizzico di sale

 

Procedimento:

 

Sciogliete il cioccolato con il burro a bagnomaria e lasciatelo intiepidire. Nella planetaria sbattete le uova con lo zucchero fino a renderle spumose, poi unite l’estratto di vaniglia e il cioccolato fuso.

A parte miscelate farina dopo averla setacciata con lievito e sale, quindi uniteli alla massa preparata precedentemente con l’ausilio di una spatola, copritela con pellicola per alimenti e ponetela in frigorifero per 2 ore, fino a che l’impasto diventi elastico e consistente.

Passato il tempo necessario ungetevi le mani con un po’ di burro e formate con l’impasto delle palline di 2/3 cm di diametro e passatele in una ciotola in cui avrete messo lo zucchero a velo, che le dovrà coprire interamente.

Adagiate le palline ottenute su una placca da forno rivestita con carta apposita e tenetele distanziate, vista la tendenza che hanno di allargarsi in cottura. Cuocetele in forno preriscaldato a 170°C per circa 8/10 minuti e comunque fino a che la superficie risulti crepata. Lasciatele riposare su una gratella fino a che siano completamente raffreddati e poi godeteveli. Buon appetito!!

Continue Reading

Crema di Parmigiano e pere con miele d’acacia

Eccomi! E questa volta unisco l’utile al dilettevole…voi direte..perchè? Beh, perchè la ricetta che oggi pubblico si riferirà a diversi argomenti.

Primo fra tutti l’abbinamento con un vino davvero superbo, che ho avuto modo di conoscere durante la mia esperienza al Taste & Match e che credo continuerò a degustare moooolto volentieri. Qual’è il vino? Il Prosecco Zanotto Colfondo, vino veneto che, come dice il nome ha un fondo di lavorazione. Molti ancora pensano che il fondo sia un difetto nel vino..in linea di massima lo è ma per certi vini le cose cambiano e il fondo diventa un qualcosa in più, un qualcosa che accentua i caratteri del vino stesso e lo rende unico al naso e al palato. Ovviamente la possibilità di degustare ancora questo meraviglioso Prosecco me l’ha data Fernando, il sommo sommelier di Winexplorer che ci delizia con vini ricercati, sempre di qualità altissima e con un rapporto qualità prezzo davvero eccellente.

Il secondo argomento che tratto in questo articolo è un contest, che ovviamente ha sempre a che fare con i vini, ottimi, di Fernando. Protagonista di questo evento è Gaietta, con il suo Shake and Bake, che compie 7 anni. Per festeggiare degnamente è partito un contest speciale, in cui chi partecipa deve scegliere un vino dalla fornitissima enoteca di Fernando, riportare alla memoria il gusto di quel vino e creare un abbinamento con un piatto speciale, che accompagni perfettamente il vino.

Per questo ho deciso di fondere i due eventi e di creare un’unica ricetta con un vino, il Prosecco Colfondo (qui la scheda del vino) che mi ha profondamente colpita. Ma ora bando alle ciance..parlaimo di cibo e di vino..anzi, di buon cibo e ottimo vino!

Difficoltà: media

Tempo di preparazione: 20 minuti + 4 ore di riposo

Ingredienti (x 4 persone):

40 gr di Parmigiano Reggiano grattugiato

4 pere Williams

50 gr di zucchero

100 gr di miele d’acacia

2 fogli di colla di pesce

Ciocaviar Venchi q.b.

 

Procedimento:

 

Sbucciate le pere  ed eliminate il torsolo quindi frullate la polpa con lo zucchero.
Mettete a bagno per qualche minuto i fogli di colla di pesce in una ciotola con acqua tiepida.
In un pentolino con un goccio di acqua sciogliete un foglio di colla di pesce, quindi unitelo alla polpa di pere e incorporate il Parmigiano Reggiano grattugiato. Amalgamate l’insieme con l’ausilio di una frusta, versatelo in 4 coppe e riponetelo in frigo fino a che si rapprende.
Riscaldate il miele in un pentolino, quindi unitevi il secondo foglio di colla di pesce. Lasciate rapprendere il composto in frigorifero.
Al momento dell’uso frullate la gelatina di miele con un mixer, fino ad ottenere una schiuma. Disponetela sulla polpa di pera, decorate con qualche granello di Ciocaviar e con una lamella di pera essicata e servite il dessert freddo. Buon appetito!

Il Prosecco Colfondo si abbina perfettamente perchè, grazie alle sue note asciutte e complesse bilanci alla perfezione la persistenza del Parmigiano nella crema.

 

Continue Reading

Calissons d’Aix

Rieccomi, pronta a scusarmi con tutti voi per la mia lunga assenza. Il periodo natalizio e più in generale il mese di dicembre per il mio lavoro sono un vero e proprio delirio e il tempo è stato davvero poco, quindi ho dovuto fare una scelta e ho trascurato un po’ il blog e tutti voi…mi perdonerete? Durante tutto il mese è stato uno sfornare continuo di biscotti di ogni tipo e genere, di torte, di torroni e di ogni golosità che vi possa venire in mente. Poi le cene e i pranzi da organizzare e tutto il resto….e voi? Cosa avete fatto? Avete cucinato come degli ossessi o vi siete limitati a consumare quello che altri preparavano? Insomma, lavoro o ozio?

In attesa delle vostre risposte vi pubblico una delle ricette più richieste in quanto a biscotti e similari. I calissons d’Aix…ho visto questa ricetta qui e me ne sono innamorata all’istante…magari anche per voi sarà lo stesso…

Tempo di preparazione: 30 minuti + 18 ore di riposo

Difficoltà: media

Ingredienti (per circa 45 calissons):

150 gr di melone candito *

300 gr di farina di mandorle

50 gr di confettura di albicocca

200 gr di zucchero a velo

1 cucchiaino di acqua di fiori d’arancio

5-6 gocce di estratto di mandorla amara

90 cialde d’ostia di diametro di 3 cm circa

 

Per la glassa

 

1 albume

150 gr di zucchero a velo

 

Procedimento:

In un macina spezie triturate finemente il melone candito con la confettura di albicocca, fino ad ottenere una specie di purea, quindi aggiungetevi la’cqua di fiori d’arancio e l’estratto di mandorle amare e mescolate bene.

A parte miscelate lo zucchero a velo con la farina di mandorle e setacciateli per evitare grumi.

In un mixer da cucina unite la purea con la miscela di farina di mandorle e zucchero e azionate il robot fino ad ottenere un impasto compatto e omogeneo. Stendete la pasta fra due fogli di carta da forno fino all’altezza di 1 cm, quindi, con un coppapasta di 3 cm di diametro tagliate dei dischi, che presserete tra due cialde d’ostia. Metteteli ad asciugare per 12 ore circa.

Se non trovate le cialde (in farmacia ne hanno comunque anche se leggermente più grandi) potete appoggiare i dischi di pasta su carta da forno spolverizzata di zucchero a velo.

Quando i dolcetti saranno asciutti potete procedere con la glassatura; ponete l’albume in una ciotola, sbattetelo leggermente con una frusta, quindi aggiungete in maniera graduale lo zucchero a velo, continuando a sbattere fino a che si forma una glassa piuttosto densa. Con l’aiuto di una sac a poche glassate i dolcetti facendo attenzione di non colare ai lati. Lasciate asciugare ancora 4 o 5 ore.

Ora potete gustare questi meravigliosi dolcetti! Buon appetito!!

* il melone candito non è facilissimo da reperire ma a Torino un negozio ce l’ha ed è davvero ottimo. Si tratta di “Spezie e delizie di Flo…e le sue sorelle” in corso Siracusa 91/c a Torino. Qui troverete il melone candito e tante altre delizie…provare per credere…

Continue Reading

Salame di cioccolato

Perdonatemi la lunga assenza ma è un periodo davvero frenetico questo e ho pochissimo tempo per il blog e, devo ammettere, nemmeno molta voglia…chiedo venia!

La ricetta che vi presento oggi è sicuramente inflazionata, ce ne sono decine di versioni in giro per il web ma per me è un po’ una ricetta del cuore, una di quelle che ci si porta dietro fin da bambini e che, a tutt’oggi, riporta a galla un mucchio di ricordi ogni volta che la realizzo. E’ una versione che nella mia famiglia si realizza da anni in questo modo e così voglio proporla, senza varianti o modernizzazioni che qui stonerebbero.

Tempo di preparazione: 20 minuti + il riposo in frigorifero

Difficoltà: facile

Ingredienti (per un salame tipo “cacciatore”):

150 gr di biscotti secchi tipo Oro Saiwa

100 gr di pinoli

100 gr di burro a temperatura ambiente

1 uovo

100 gr di cacao amaro

150 gr di zucchero

1 bicchierino di rhum

 

Procedimento:

 

Triturate grossolanamente i biscotti secchi e teneteli da parte. Montate il burro a spuma con l’uovo e il cacao, quindi aggiungete lo zucchero e mescolate bene per amalgamare in maniera uniforme gli ingredienti. Aggiungete ora i biscotti triturati, i pinoli e il liquore e mescolate fino ad ottenere un “impasto” uniforme.

Prendete un foglio di carta da forno, ungetela con pochissimo burro e rovesciatevi l’impasto ottenuto, quindi modellatelo con la forma di un salame, avvolgetelo nella carta e ponetelo in frigo a riposare per almeno 1 ora. Tagliatelo al momento di servirlo e, se volete, guarnite il piatto con un ciuffetto di panna montata. Buon appetito!

P.S. Se volete potete anche congelare il salame già pronto. Sarà sufficiente tirarlo fuori dal congelatore circa 30 minuti prima di tagliarlo a fette. Così avrete questo dolce sempre a disposizione!!

Continue Reading