Da due a quattro mani

Già perchè a breve, anzi a brevissimo, su questo blog non sarò sola. Collaborerà con me Fabio, sommelier ed esperto conoscitore di vini che terrà una sua rubrica su questo argomento.

Da tempo questa idea mi frullava per la testa e qualche giorno fa, l’illuminazione..perchè non chiedere a questo collega e amico che di vino ne sa davvero? Formulata la proposta, la risposta non si è fatta attendere. Risultato? Questa rubrica nuova di zecca!!!

Del resto il buon cibo è sempre (o almeno dovrebbe essere) accompagnato al buon vino , quindi perchè non parlarne? Ovviamente in linguaggio semplice, di facile comprensione, per aiutare chiunque ad avvicinarsi a questo meraviglioso mondo con gioia e curiosità.

Quindi tenetevi pronti…la nostra nuova rubrica sta per nascere (stiamo pensando a nome e periodicità e se avete qualche consiglio siamo qui, come sempre..il vostro parere è fondamentale!!) e per dare a tutti voi (e noi) grandi soddisfazioni! Stay tuned e buona lettura!!!

 

Continue Reading

Di sottovuoto parlando…

E si, anche qui è arrivata la voglia di sperimentare e di non fermarsi all’ovvio in cucina..sulla scia delle ultime mode mi è venuta voglia di provare a utilizzare il sottovuoto in cucina e al momento sono ancora in fase di sperimentazione, per cui nessuna ricetta da proporvi; semplicemente vorrei spendere due parole sulla macchina del sottovuoto che da un po’ di tempo utilizzo per i miei piccoli e grandi esperimenti.

Sto parlando di Takaje, una macchina del sottovuoto tutta italiana, anzi, tutta piemontese! Prodotta dalla nota casa Tre Spade, che in molti conoscono per gli storici macinacaffè, è un prodotto assolutamente rivoluzionario. E voi mi chiederete cosa c’è di rivoluzionario in una macchina del sottovuoto, ormai in commercio da anni. Beh, la vera rivoluzione sta nel fatto che adesso oltre alle solite buste, grazie a Takaje, sarà possibile creare il vuoto anche all’interno dei normali barattoli di conserva, grazie all’ausilio di particolari “tappi” brevettati da Tre Spade!

E’ poi possibile cuocere sottovuoto a bassa temperatura e, cosa per niente trascurabile, è grande quanto un tagliere e parecchio bella a vedersi, con quel colore rosso e la sua linea pulita ed essenziale.

Per il momento ho messo sottovuoto di tutto..verdure, carne, pesce e persino alimenti liquidi, grazie ad un semplice barattolo con tappo in alluminio e con l’utilizzo della famosa valvola di cui accennavo prima. Insomma, è un gioco da ragazzi e presto, anzi prestissimo, avrete modo di conoscere anche la cottura sottovuoto che io sto imparando a conscere grazie al mio nuovo alleato in cucina!

Per ogni specifica tecnica e non potete andare QUI, QUI e QUI.

Continue Reading

Il mare a Torino

Qualche giorno fa (in verità più di qualche e mi scuso con tutti per la mia assenza), in occasione di una cena con gli amici di Winexplorer e alcune amiche di blog, ho scoperto il mare a Torino. Si perchè di mare si parla nel risotorante Bontà d’amare, da poco aperto in via San Francesco da Paola 46/b, a Torino. Un posticino a due passi dal centro e dalla movida di San Salvario, dove poter fare una piacevole pausa o una gradevole cena con gli amici.

Un locale moderno, rigoroso ma accogliente, tutto giocato sulle tonalità del bianco e dell’azzurro, impreziosito qua e là da famose frasi a tema marinaro, quadri e oggetti che richiamano il nostro bel Mediterraneo.  Quello che colpisce è la passione..quella non si vede ma si sente ovunque, a partire dall’entusiasmo con cui i proprietari di accolgono, raccontandoci la loro filosofia, per arrivare alla cucina, dove materie prime di alta qualità, stagionalità e ottime capacità della brigata, guidata dallo chef Andrea Fregnan, ci guidano attraverso un’esperienza sensoriale interessante. Nell’arco della cena scopriamo che anche il pane, la focaccia e la pasta sono fatte in casa, con perizia e passione.

La nostra esperienza comincia con una degustazione di antipasti (molto ben presentati e piacevoli), prosegue con un tris di primi (ottimi i sapori, unica nota la pasta freddina) e con un’ottima frittura di paranza, croccante e leggera, davvero irresistibile. Nell’insieme direi un’esperienza piacevole, da ripetere. Un plauso alla squadra, piena di entusiasmo e voglia di crescere.

 

Foto di federica Giuliani www.traveltotaste.net

 

Foto di Federica Giuliani www.traveltotaste.net
Continue Reading

Il mio filetto con padellata di castagne e patate e fonduta di Blu per la Fiera della Toma di Condove

Eccomi di nuovo qui, dopo una pausa a dir poco imbarazzante. Chiedo scusa a tutti voi per la lunga assenza ma al ritorno dalla vacanze il lavoro mi ha completamente travolta e ha lasciato spazio a ben poche altre cose.

Oggi sono qui per raccontarvi dell’invito a partecipare alla Fiera della Toma di Condove, dove dall’8 al 14 ottobre, questa cittadina diventerà meta golosa per tutti gli amanti della toma e il centro cittadino sarà teatro di una manifestazione che valorizzerà la produzione casearia locale.

In occasione di questa manifestazione molte sono le iniziative che coinvolgono più o meno direttamente i visitatori. Tra queste voglio segnalarvene due; la prima è lo show cooking che io e altre 5 foodblogger terremo nella giornata di domenica 14 ottobre in uno stand posto proprio nella piazza principale. Durante questo momento didattico noi tutte realizzeremo una serie di ricette che vedano protagonisti i prodotti caseari di zona, esaltando al massimo il loro sapore, ma sempre con un occhio alla semplicità, in modo che tutti coloro che ne avranno il piacere potranno tranquillamente replicare a casa propria le ricette che proporremo. Il secondo evento che voglio segnalarvi è il concorso “Vinci una toma“, a cui tutti i visitatori della Fiera potranno partecipare, semplicemente fotografando con il proprio telefono un momento interessante della manifestazione; inviando ad un indirizzo mail specifico la foto eseguita avranno modo di vincere una toma che sarà consegnata all’autore della foto più artistica, divertente, simpatica.

A questo punto vi lascio la mia ricetta per la fiera, in attesa di vedervi domenica 14 ottobre a Condove per un piccolo assaggio.

Filetto con padellata di castagne e patate e fonduta di Blu

Tempo di preparazione: 60 minuti circa + il tempo di raffreddamento delle castagne

Difficoltà: facile

Ingredienti (x 4 persone):

4 filetti di manzo spessi 3 cm circa

4 patate

400 gr di castagne

200 gr di toma Blu di Condove

250 gr di panna fresca

80 gr di burro

1 foglia di alloro

sale q.b.

pepe q.b.

olio extravergine di oliva q.b.

 

Procedimento:

 

Lavate le castagne con acqua corrente, quindi incidetele con un coltello e ponetele  in una pentola, coprendole con abbondante acqua fredda, aggiungete la foglia di alloro e un pizzico di sale, quindi portatele ad ebollizione. Raggiunto il bollore fatele cuocere per 40 minuti circa, quindi lasciatele raffreddare nell’acqua. Una volta raffreddate pelatele, facendo attenzione di eliminare completamente anche la pellicina interna.

Pelate 4 patate, tagliatele a tocchi e fatele cuocere a vapore per circa 15 minuti. In un tegame sciogliete la metà del burro, quindi aggiungete le patate e le castagne, fatele rosolare, quindi copritele con un coperchio e lasciatele cuocere per 15 minuti, mescolando di tanto in tanto.

Tagliate il Blu a tocchetti e ponetelo in una ciotola con la panna, in modo da farlo ammorbidire. Prendete i filetti, legateli con uno spago da cucina in modo da ottenere una forma più possibile tondeggiante, quindi conditeli con sale, pepe e un filo d’olio da entrambe le parti, massaggiandoli velocemente.

In un altro tegame fate sciogliere il burro rimanente, quindi ponetevi delicatamente i filetti, distanziandoli bene. Fateli cuocere per 7-8 minuti per parte, in modo da renderli coloriti esternamente mantenendoli rosa all’interno. Mentre i filetti cuociono, ponete un pentolino sul fuoco e fate sciogliere lentamente il Blu nella panna fresca, mescolando continuamente.

Prendete un piatto da portata caldo, ponete su un lato le castagne e le patate e sull’altro i filetti, su cui farete colare un filo di fonduta. Servite caldo. Buon appetito!

 

E ora un’ultima cosa, di cui mi stavo quasi scordando. Vi aspetto per partecipare al primo contest di Rossorubino! I foodblogger selezionati tra quelli partecipanti avranno modo di cimentarsi in cucina per un pubblico pagante! Trovate tutte le informazioni qui! Vi aspetto!!

Continue Reading

Food Moment Please! ..ovvero il primo contest di RossoRubino!

Come vi avevo anticipato qui, settembre è un mese pieno di novità. Una di queste, forse la più grossa, ve la presento adesso, e coinvolge tutti voi! Si, perchè parliamo di un contest che coinvolgerà quelli di voi che avranno voglia di mettersi in gioco, diventando protagonisti non per una ma per due serate consecutive, in cui avrete modo di cucinare nella cucina dell’Enoteca RossoRubino, nel cuore della meravigliosa Torino.

Come? Ve lo spieghiamo immediatamente!!!

Rossorubino, in collaborazione con Anastasia e Silvia, vi invita a partecipare al suo primo contest enogastronomico:

 

Food Moment Please!

 

7 foodblogger avranno modo di cimentarsi presso l’enoteca rossorubino, Via Madama Cristina 21, Torino, proponendosi alla nostra clientela.

Accettate la sfida e date sfogo alla vostra creatività!

Regolamento di partecipazione:

– Per partecipare al contest “Food Moment Please!” è necessario ideare una ricetta senza cottura o che preveda l’utilizzo limitato al solo forno a microonde e il relativo abbinamento al vino che reputi più azzeccato

– Le ricette ideate non dovranno prevedere l’uso di alcun metodo di cottura tradizionale e dovranno essere fantasiose e particolari, e, ovviamente, assolutamente fattibili

– Il contest è rivolto solo a chi possiede un blog

– Non valgono ricette pubblicate prima del 15 settembre 2012 o copiate da altri blog italiani o stranieri.

– Ogni partecipante dovrà inserire il logo del contest nella home page del proprio blog e a termine della ricetta, con link diretto a ROSSORUBINO e dovrà linkare i blog La Cucina di Nonna Papera e Any Secrets

– I link alle ricette dovranno essere postati in risposta al post di presentazione del contest al seguente indirizzo: La cucina di Nonna Papera

– Le ricette devono essere inviate entro le ore 00.00 del 15 ottobre 2012

– Al termine del contest una giuria composta da Andrea ed Edoardo, titolari di Rossorubino, con la collaborazione esclusivamente tecnica di Anastasia e Silvia (fattibilità della ricetta e sapore), stilerà una classifica che verrà pubblicata all’indirizzo QUI e contatterà i primi 7 classificati per accordarsi sulle modalità di partecipazione alle serate in cucina

– I nominativi e il relativo link al blog saranno pubblicati su ROSSORUBINO

– Dopo aver stilato un calendario di partecipazione, nelle date prescelte i blogger potranno cimentarsi in enoteca dove presenzieranno per due serate: il venerdì sera per un aperitivo composto dall’abbinamento di un calice di vino da noi selezionato e da un piatto in abbinamento da voi proposto e il sabato sera per una vera e propria cena.

Tutto chiaro?

E allora iniziate a pensare ed ideare!

 

 

http://www.rossorubino.net                  info@rossorubino.net

www.anastasiagrimaldi.blogspot.it

www.cucinanonnapapera.it

 

Ecco le ricette in gara:

Eleonora Caprio con “Insalata di patate e barbabietole alla panna aromatizzata“;

Emanuela con “Millefoglie di carne cruda“;

Memi con “Misto freddo“;

Daniela con “Aria di casa mia“;

Shamira con “Totanini e seppioline al vino bianco“;

Ambra con “La dama bianca“;

Claudia con “Il tricolore pepato“;

Alessandra con “Non chiamatela insalata“;

Roxy con “Torretta di salmone, ricotta e verdure croccanti“;

Les tantes A. e C. con “Bresaola di tonno e ricciola con sorbetto di tè e melograno“;

Paola con “Cornucopia d’autunno“;

Soribel con “Panini salati con pancetta, ripieni di mousse al mascarpone con aglio e pistacchi“;

Gioia con “Mini cheesecake alle more selvatiche“;

Marilena con “Sformatino alla russa

 


Continue Reading