>Teglia di sarde con pomodori e pinoli

>

L’altro giorno ho trovato delle sarde magnifiche dal mio pescivendolo, così, d’istinto le ho comprate, pur non sapendo cosa farmene, visto che non le amo particolarmente. Arrivata a casa mi sono messa a pensare come potevo usarle senza che prendessero quel sapore un po’ particolare che hanno quando si fanno cuocere; volevo una ricetta leggera, estiva e soprattutto veloce, così ho messo da parte un po’ di ingredienti e mi sono messa all’opera; ecco il risultato:
Difficoltà: Facile

Tempo di preparazione: 30 minuti + il riposo
Ingredienti (x 4 persone):
600 gr di sarde
300 gr di pomodori maturi ma sodi
1 ciuffo di basilico
1 spicchio d’aglio
1 rametto di timo
50 gr di pinoli
10-12 fettine di pane casereccio
1 limone
olio extra vergine d’oliva q.b.
sale q.b.
pepe q.b.

Procedimento:
Mettete un colino nel lavello e, lavorando sotto acqua fredda corrente, raschiate le sarde con la parte non tagliente di un coltellino, per eliminare le scaglie; staccate la testa, introducete il pollice nel ventre e fatelo scorrere verso la coda per estrarre le interiora. Aprite la sarda a libro ed eliminate le lische. Il colino raccoglierà gli scarti ed eviterà che il lavello si intasi. Fate asciugare i filetti stesi su abbondante carta da cucina.
Tostate leggermente le fettine di pane su entrambi i lati sotto il grill del forno. Lasciatele intiepidire, quindi strofinatele con uno spicchio d’aglio. 
Tagliate i pomodori a pezzettoni, eliminate i semi e lasciateli sgocciolare in un colino per almeno 10 minuti.
Scaldate un padellino antiaderente e, senza aggiungere grassi, tostate i pinoli per 1 o 2 minuti.
Ungete una pirofila con l’olio e disponete le fettine di pane in un solo strato, quindi irroratele ancora con un filo d’olio e coprite con le sarde, avendo cura di disporle con la palle rivolta verso l’alto.
Aggiungete i pomodori a pezzettoni, i pinoli e le foglioline del rametto di timo. A piacere potete aggiungere anche 1 spicchio d’aglio tritato. Irrorate con olio e con 1 o 2 cucchiai di succo di limone e spolverizzate con sale e pepe.
Disponete in forno preriscaldato a 180°C e fate cuocere per 10 minuti. Profumate con le foglie di basilico e servite in tavola. Buon appetito!
Continue Reading

>Mondoformaggio, In.al.pi. e ricettina a tema

>

Nei giorni passati si è svolta a Moretta, in provincia di Cuneo, una manifestazione legata ad un prodotto che noi piemontesi adoriamo e teniamo in palmo di mano: il formaggio. Si trattava di una mostra mercato, dove oltre alla possibilità di acquistare i prodotti direttamente dai produttori, il pubblico aveva modo di partecipare a degustazioni guidate di formaggi e salumi e, cosa assai importante, di visitare parte dello stabilimento dell’In.al.pi.
In.al.pi. è un’azienda nata nel 1800, a livello familiare e che adesso, dopo investimenti importanti, può vantarsi di essere il primo impianto in Europa, nel settore caseario, per tecnologie adottate e il terzo polo in Italia. Uno dei rami fondamentali di questa azienda è quello della polverizzazione del latte; qui il latte, mediante una tecnologia all’avanguardia, diventa una finissima e profumatissima polvere, destinata in gran parte alla produzione dolciaria della Ferrero.
L’alta qualità del prodotto viene certificata da due laboratori interni all’azienda e da un terzo esterno, che controlla il lavoro svolto dai due precedenti. L’ eccellenza igienico-qualitativa è garantita dal rilascio delle certificazioni UNI EN ISO 22000 e UNI EN ISO 9001, IFS, BRC e la tracciabilità del prodotto è assoluta, mentre la materia prima è di origine quasi esclusivamente locale e di altissima qualità.
In.al.pi. produce anche formaggi porzionati, formaggini, burro, filante per pizza e fettine, sempre con grande attenzione alla filiera; basti pensare che nelle fettine ci sono 140 gr di latte per 100 gr di prodotto finito! Una qualità che si sente quando si gustano i prodotti!
Terminato il giro in azienda è stato il momento dei produttori di formaggi e dell’acquisto di prodotti tipici del Piemonte, quale il Blu di capra, il Blu di vacca, la Sola e diversi altri…che bontà!! Una vera festa per il palato e il naso!!!
Ma ora veniamo alla ricetta…quando il frigo è semivuoto bisogna inventarsi qualcosa ed ecco l’idea geniale:

 

Cocottine di Uova, formaggio e pancetta

 

Difficoltà: facile

Tempo di preparazione: 10 minuti + 20 minuti di cottura

 

Ingredienti (x 4 persone):

 

12 fettine di pancetta affumicata

8 fette di Caciotta Kremina tagliate a 4 mm di spessore

8 uova

4 cucchiai di panna liquida

4 cucchiai di Formaggio Grattugiato

sale q.b.

pepe q.b.

 

Procedimento:

 

Foderate le 4 cocotte con le fette di pancetta, quindi ponetevi le due fette di Caciotta Kremina. Rompete al centro di ogni tegamino 2 uova, facendo attenzione a lascia i tuorli interi, aggiungete il cucchiaio di panna e aggiustate di sale e di pepe.

Mettete in forno già caldo a 220°C per 10 minuti, quindi spolverizzate la superficie con il Formaggio Grattugiato e rimettete i tegamini in forno per altri 10 minuti. Sfornate e servite caldo. Buon appetito!!

 

Continue Reading

>Zucchine ripiene

>

Ok, dopo due giorni di crisi e post a dir poco “struggenti” mi rimetto al lavoro e riprendo il timone della nave; del resto di cosa mi lamento? Il blog ho deciso di tenerlo perché mi piace e il “problema commenti” in realtà è relativo per me.
Ieri sera, in un momento di panico (oddio…e adesso cosa preparo per cena?) mi sono affacciata in frigorifero e mi è tornato in mente che sabato avevo comprato delle bellissime zucchine rotonde; visto che non si prestano proprio a tutte le preparazioni perché tendono ad essere piuttosto acquose, avendo parecchi semi, ho deciso di prepararle ripiene e di provare così ad utilizzare i prodotti di In.al.pi. che mi sono stati mandati la settimana scorsa.
Quella di cui parlo oggi è in effetti una ricetta molto semplice e velocissima a prepararsi ma ora vediamo come realizzarla:
Difficoltà: facile
Tempo di preparazione: 30 minuti
Ingredienti (per 6 persone):
6 zucchine tonde
250 gr. di ricotta vaccina
400 gr di prosciutto cotto
50 gr di Formaggio Grattugiato Fresco In.al.pi.
100 gr di Caciotta Kremina In.al.pi.
2 Fettine In.al.pi.
1 uovo
sale q.b.
pepe q.b.
Procedimento:
Lavate le zucchine e mondatele dell’estremità coriacea. Ponete una pentola con abbondante acqua salata sul fuoco e, al momento dell’ebollizione tuffatevi le zucchine, che dovranno rimanervi per circa 7-8 minuti.
Nel frattempo preparate il ripieno; con un cutter tritate finemente il prosciutto cotto, quindi ponetelo in una ciotola e aggiungetevi la ricotta e il formaggio grattugiato; impastate velocemente per amalgamare il tutto, quindi aggiungete l’uovo, un pizzico di sale e di pepe. Mescolate tutto fino ad ottenere un impasto omogeneo e tenete da parte.
Terminato il tempo di cottura scolate le zucchine e scavatele per eliminare i semi, avendo cura di lasciare una parete di circa 4-5 mm. A questo punto farcite le zucchine con il ripieno che avete preparato; tagliate a tocchetti la Caciotta e inseritene un pezzo all’interno di ogni zucchina.
Ponete le vostre zucchine su una teglia e infornate, in forno preriscaldato a 180°C, per circa 15 minuti. Terminata la cottura coprite le zucchine con un pezzetto di Filante e lasciate che si sciolga. Servite ben caldo e buon appetito!
Continue Reading

>Una sfoglia salata…di carattere….

>

E si, è proprio il caso di dirlo…questa sfoglia ha carattere da vendere con il suo sapore deciso, ma è veramente ottima!
Mi sono ritrovata con in frigorifero delle pere che erano un po’ troppo dure per essere mangiate e, visto che il giorno successivo era programmata la partenza per una settimana di vacanze romane (si, proprio quelle del post di ieri!) avevo bisogno di ripulire il frigorifero, onde evitare di ritrovarmi sgradevoli sorprese al rientro; ecco che così ho racimolato gli ingredienti per questa stupenda torta salata, facile, veloce e indimenticabile!
Sfoglia gorgo e pere
Ingredienti:
1 disco di pasfa sfoglia
4 pere william non troppo mature
250 gr di gorgonzola dolce
1 tuorlo d’uovo
il succo di mezzo limone
Procedimento:
Srotolate il disco di sfoglia sul piano da lavoro e lasciatelo riposare per qualche minuto, quindi ponetelo in una tortiera di 24 cm di diametro risoperta di carta da forno e fatelo aderire bene alle pareti, poi bucherellate il fondo con una forchetta.
Tagliate 3 pere a cubetti di circa 1 cm di lato, innaffiatel con qualche goccia di succo di limone e mettetele sul fondo della tortiera, distribuendole in maniera uniforme.
Tagliate a pezzi il gorgonzola e metteteli sopra alle pere in maniera altrettanto uniforme (non impazzite, tanto in cottura si scioglierà, distribuendosi al meglio).
Tagliate ora l’ultima pera a fettine sottili, che userete per decorare la torta, ponendole sopra al gorgonzola.
Ripiegate il bordo in eccesso della pasta sfoglia, arrotolandolo su se stesso e spennellatelo con il tuorlo, quindi infornate, in forno preriscaldato a 180°C, per 40 minuti.
Prima di servire la torta lasciatela intiepidire, altrimenti al taglio il gorgonzola andrà in ogni angolo del piatto!
Buon appetito!
Continue Reading

>Tajine di pollo e olive

>

La parola tajine non indica solo una pietanza ma anche l’inconfondibiloe tegame in cui viene cucinata. Questi recipienti in terracotta spessa vengono utilizzati in tutto il Marocco e furono introdotti dai nomadi che li mettevano direttamente sul fuoco o sulle braci per preparare deliziosi stufati.
Senza dubbio l’ideale sarebbe preparare questo piatto nel tradizionale tajine di terracotta ma, dato che in fondo si tratta di un classico stufato (anche se arricchito di sapori ed aromi esotici), si può ottenere un gusto autentico anche utilizzando una normale casseruola con il fondo spesso.
Vediamo come realizzare questa ricetta:
Ingredienti (x 4/6 persone):

1 pollo intero (circa 1,5 kg), con la pelle e tagliato in 4

olio d’oliva
1-2 finocchi grandi
2 cipolle, pelate e tritate grossolanamente
1 mazzetto di coriandolo fresco
4 spicchi d’aglio, pelati e affettati
80 gr di olive nere e verdi, private del nocciolo
1 bella presa di zafferano
500 gr di brodo di pollo biologico
Per il condimento speziato:

1 cucchiaino colmo di semi di coriandolo schiacciati

1 cucchiaino raso di semi di cumino macinato
1 cucchiaino colmo di zenzero macinato
2 cucchiai di olio di oliva
sale marino e pepe appena macinato
Procedimanto:
Mescolate in un ciotola tutti gli ingredienti per il condimento speziato. Mettete i pezzi di pollo in una terrina capiente, frizionateli con il condimento, poi copriteli con pellicola trasparente e lasciateli marinare in frigo per un paio d’ore o, meglio ancora, per tutta la notte.
Quando siete pronti a cuocere, scaldate una generosa dose di olio d’oliva in un tajine o in una casseruola e friggete i pezzi di pollo a fuoco medio-alto (iniziate mettendoli con la pelle verso il basso) per 5-10 minuti, finché avranno preso un bel colore dorato.
Mentre il pollo cuoce, tagliate ciascun finocchio in 8 spicchi e aggiungeteli nella pentola insieme alle cipolle, ai gambi di coriandolo e all’aglio. Mescolate bene e friggete tutti per un paio di minuti ancora, quindi aggiungete le olive e lo zafferano. Versateci dentro il brodo caldo, date una bella mescolata, poi coprite la pentola con il coperchio o con dell’alluminio e lasciate sobbollire a fuoco dolce per 1 ora e 1/2, o finché la carne inizia a staccarsi dall’osso. A metà cottura controllate come procede e date una bella mescolata. Continuate a tenerlo sotto controllo e, se vi sembra che stia asciugando troppo, aggiungete un goccio d’acqua.
Quando il tempo è scaduto e il pollo vi sembra perfetto, mescolate delicatamente il tajine. Se vi sembra ancora troppo liquido, fatelo andare un po’ senza coperchio, in modo che si asciughi. assaggiate e, se serve, aggiustate di sale e pepe, poi spargeteci sopra le foglie di coriandolo. In un tajine c’è così tanta cura e così tanto amore che non serve accompagnarlo con cose complicate, perciò servitelo soltanto con una bella terrina di couscous fumante appena appena condito.
Continue Reading